Ultimo aggiornamento alle 22:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Comuni, il Dup e la burocrazia del copia e incolla

La pianificazione dell’intervento dei Comuni assume sempre di più un ruolo fondamentale nella finanza pubblica. Vuoi per gli obblighi derivanti dal concorso all’equilibrio economico del bilancio co…

Pubblicato il: 16/12/2016 – 9:15
Comuni, il Dup e la burocrazia del copia e incolla

La pianificazione dell’intervento dei Comuni assume sempre di più un ruolo fondamentale nella finanza pubblica. Vuoi per gli obblighi derivanti dal concorso all’equilibrio economico del bilancio consolidato dello Stato. Vuoi per sottoporre al giudizio sociale le scelte fatte dalla PA locale nella determinazione dei suoi indirizzi e dell’attività di controllo su quella di gestione, rimessa per legge alla dirigenza.
Uno degli strumenti individuati ad hoc dall’ordinamento è il Documento Unico di Programmazione, disciplinato dall’art. 170 del Tuel.
Il suo ruolo è di primaria importanza, dal momento che racchiude – facendo riferimento alla programmazione istituzionale prevista nell’art. 46 del Tuel, cui ogni sindaco deve adempiere nella tempestività dell’assunzione della sua carica – l’andamento amministrativo riferito alle annualità precedenti e la progettualità di ciò che l’Ente ha in animo di realizzare nel triennio successivo.
Un tale strumento assumerà, pertanto, una sorta di valore certificatorio delle cose realizzate in relazione a quanto l’Ente si era promesso di fare, dei ritardi accumulati nelle procedure esecutive, delle variazioni di programma ma pure delle defaillance su quanto precedentemente «immaginato».
Da qui, nasce l’esigenza redazionale di rendere il Dup, in «bozza», il più accessibile possibile, prima che costituisca, al lordo della successiva «nota di aggiornamento», l’elemento necessario e indissolubile del bilancio di previsione di periodo e triennale, quest’anno differito a tutto il 28 febbraio 2017.
Uno strumento che impegnerà severamente l’Ente per il 2017-2019, al di là se la scadenza del mandato dell’attuale sindaco coincida o meno con il periodo del Dup. Un modo per sottoporlo al giudizio sociale in senso lato, da diffondere nelle more del perfezionamento dell’anzidetta nota di aggiornamento, sì da raccogliere ogni proposta di miglioramento che dovesse pervenire dalla società civile e dalle rappresentanze del lavoro. Ciò allo scopo di delineare, quanto al Sindaco eventualmente scaduto, gli elementi fondanti della sua campagna elettorale e al futuro primo cittadino una programmazione il più possibile corrispondente ai desiderata della collettività amministrata.
Quest’anno, si ravvisano difficoltà nel redigerlo nella prevista scadenza del 31 dicembre 2017, anche perché, con l’accavallarsi delle norme finanziarie dettate dalle leggi di bilancio statale e regionale, incidenti sulla futura programmazione degli enti locali, è difficile comprendere, in breve tempo, le relative ricadute.
Un altro degli elementi negativi, oltre alla più che abituale sottovalutazione delle rappresentanze politiche degli eventi amministrativi fondamentali del modo di essere PA locale, è determinato da una burocrazia spesso inadeguata allo scopo, avvezza com’è a fare frequente ricorso al c.d. «copia e incolla». A tale inadeguatezza si è anche pervenuti a causa del reiterato blocco del turn over che ha impedito le necessarie sostituzioni di chi è andato in pensione, spesso tra i principali riferimenti burocratici delle diverse amministrazioni.
Quest’anno una difficoltà in più: la rincorsa alle fusioni incentivate, troppo spesso pretese dall’alto e non già dal basso, intendendo per tale la libera espressione della volontà cittadina (del tipo quella registratasi nell’ipotesi aggregativa Corigliano-Rossano). Ebbene, nel Dup 2017-2019 dovranno essere indicati i relativi percorsi, modi e metodi tecnici per pervenire alla nuova Città, prevedendo – nell’esprimere le politiche di bilancio e gli indirizzi strategici – anche l’ipotetico utilizzo dell’agevolazione finanziaria dei trasferimenti incrementata al 50%, di quelli goduti nel 2010, dalla legge di bilancio statale 2017.

*Docente Unical

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x