Ultimo aggiornamento alle 22:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Pd e Ncd divisi. I centristi scelgono De Marco

ROMA Nella Capitale, lontano da riflettori, Vincenzo Ciconte e Piero Aiello, al termine di un lungo faccia faccia, hanno preso atto che non esistono le condizioni per un matrimonio a Catanzaro…

Pubblicato il: 01/03/2017 – 15:10
Pd e Ncd divisi. I centristi scelgono De Marco

ROMA Nella Capitale, lontano da riflettori, Vincenzo Ciconte e Piero Aiello, al termine di un lungo faccia faccia, hanno preso atto che non esistono le condizioni per un matrimonio a Catanzaro tra il Pd e il Nuovo centrodestra. Il consigliere regionale dem andrà avanti per la sua strada e nella giornata di domani potrebbe addirittura arrivare a ufficializzare la sua candidatura a sindaco.
Gli alfaniani, invece, proveranno a chiudere sul nome di Antonio De Marco. È il più volte direttore generale della Regione l’uomo che dovrebbe guidare nel capoluogo la coalizione centrista. Che comprende, oltre a Ncd, anche Udc e altre formazioni civiche di ispirazione moderata. 
Attenzione: quella tra Pd ed Ncd non è rottura vera e propria. Provando a semplificare, quello stipulato da Aiello e Ciconte assomiglia a un patto di non belligeranza. Al primo turno si marcia divisi, anche perché Aiello e gli altri hanno chiesto (invano) di presentarsi agli elettori rinunciando ai simboli tradizionali, ma non ciò non significa che in caso di ballottaggio si possa tornare a fare fronte comune. I due principali protagonisti di questa lunga trattativa hanno infatti come comune obiettivo quello di impedire la rielezione di Sergio Abramo. 
Allo stop delle trattative tra Pd e Ncd avrebbe contribuito anche l’Udc, contraria a offrire un sostegno alla corsa a sindaco dell’ex vicepresidente della giunta regionale. Di fronte a questa ferma opposizione, al senatore alfaniano e al suo fedele scudiero, il consigliere regionale Baldo Esposito, non è rimasto altro che virare in direzione della salvaguardia dell’unità del fronte moderato. 

Ciconte, dal canto suo, non intende arretrare. E nelle prossime ore tornerà nella sede del Pd catanzarese per illustrare il risultato delle consultazioni portate avanti in queste ultime ore. Alla sua eventuale candidatura a sindaco (osteggiata dalla corrente dei dem guidata dal consigliere regionale Arturo Bova), che potrebbe essere sostenuta da forze tradizionalmente riconducibili al centrosinistra, guarda con particolare interesse un vibonese. Si tratta dell’ex presidente della Provincia Francesco De Nisi. Alle ultime Regionali è arrivato subito dietro all’ultimo degli eletti nella circoscrizione Centro. Con Ciconte a Palazzo de Nobili, per lui si spalancherebbero le porte dell’Astronave.

Antonio Ricchio
a.ricchio@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x