Ultimo aggiornamento alle 23:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

SCANDALO SACAL | Nuovi interrogatori davanti al gip

LAMEZIA TERME Una nuova giornata di interrogatori per il gip Valentina Gallo che sabato ha ascoltato, tra gli altri, la responsabile del centro per l’impiego di Lamezia Terme, Angelina Astorino, in…

Pubblicato il: 22/04/2017 – 14:50
SCANDALO SACAL | Nuovi interrogatori davanti al gip

LAMEZIA TERME Una nuova giornata di interrogatori per il gip Valentina Gallo che sabato ha ascoltato, tra gli altri, la responsabile del centro per l’impiego di Lamezia Terme, Angelina Astorino, indagata nell’inchiesta Eumenidi, incentrata sul caso Sacal spa, e accusata di corruzione e abuso d’ufficio per avere compiuto atti contrari ai suoi doveri d’ufficio – con la promessa avanzata dai vertici Sacal di inserire suo figlio nel tirocinio formativo del Pon “Garanzia Giovani” – e di avere inserito «indebitamente nella piattaforma informatica “Garanzia Giovani”» solo i nominativi indicati dai dirigenti Massimo Colosimo, Ester Michienzi, Pierluigi Mancuso e Sabina Mileto.

Oltre un’ora e mezza di interrogatorio per la Astorini la quale, assistita dal suo legale, l’avvocato Lucio Canzoniere, ha risposto alle domande del gip e dei magistrati titolari dell’inchiesta, Marta Agostini e Giulia Scavello.

L’indagata, sul cui capo pende una richiesta di misura interdittiva, ha cercato di chiarire la propria posizione dando spiegazioni sul funzionamento delle procedure di selezione del programma “Garanzia Giovani”. Per selezionare i tirocinanti non esisterebbe una sola procedura. Vi è, per esempio, ha detto l’indagata, la candidatura singola dove il giovane (purché iscritto nel programma) o la ditta possono specificare una scelta sulla persona da prendere o sulla ditta nella quale chiedere di fare il tirocinio. Per “Garanzia Giovani” si parlerebbe di tirocini extracurricolari nei quali non si opererebbero delle scelte di merito perché per i giovani Neet (ragazzi tra i 18 e i 29 anni che non hanno un impiego e non frequentano una scuola né un corso di formazione o di aggiornamento professionale) del programma non farebbero testo le esperienze lavorative.

La difesa ha chiesto nei confronti dell’indagata il rigetto della misura interdittiva.

 

ale. tru. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x