Ultimo aggiornamento alle 13:33
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Magorno: «Scopelliti detta la linea al centrodestra? C'è da preoccuparsi»

CATANZARO «Un centrodestra che affida a Scopelliti linea e scelte politiche è una pessima notizia per la Calabria: un quadro che assume contorni assai preoccupanti nel momento in cui questa parte p…

Pubblicato il: 08/08/2017 – 15:51
Magorno: «Scopelliti detta la linea al centrodestra? C'è da preoccuparsi»

CATANZARO «Un centrodestra che affida a Scopelliti linea e scelte politiche è una pessima notizia per la Calabria: un quadro che assume contorni assai preoccupanti nel momento in cui questa parte politica si presenta come il nuovo che avanza, coloro i quali vorrebbero dare lezioni di politica e di buona amministrazione dopo aver avuto quasi cinque anni di legislatura regionale per mettere alla prova tutta la propria (in)capacità di incidere sul destino della Calabria. E, invece, la verità che oggi Scopelliti e i suoi compagni di viaggio vogliono nascondere sotto il tappeto è drammaticamente diversa e racconta di una regione governata con  superficialità e opacità». Lo dichiara il segretario regionale del Pd, Ernesto Magorno.
«Non c’è segmento della vita istituzionale calabrese che nei cinque anni di governo Scopelliti – continua – non abbia risentito della mano a dir poco inefficiente del centrodestra. Non un solo investimento è stato effettuato, tutti gli indicatori economici condannati a voci negative, i rapporti con le istituzioni centrali ed europee sbriciolati sotto il peso di una completa inaffidabilità. Ecco perché noi oggi rivendichiamo tutta la nostra diversità dal centrodestra e dal modello Scopelliti, riproposto in queste ore, e con orgoglio stiamo accanto al presidente Mario Oliverio e alla sua giunta, che con enormi fatiche e prediligendo un profilo di serietà e impegno hanno affrancato l’istituzione Regione da prassi inaccettabili, regole di buona amministrazione accomodate all’occorrenza, conti pubblici gestiti con disinvoltura». «Il nostro compito, oggi più di ieri – conclude Magorno –, è proseguire questo cammino a servizio dei calabresi: un compito difficile e per alcuni versi immane ma al quale ci sentiamo vincolati con determinazione e caparbietà, fieri del fatto che i risultati sono tangibili e presto visibili agli occhi dei più. Nonostante la facile demagogia del centrodestra che vorrebbe ributtare la Calabria in un passato dal quale a fatica ci stiamo affrancando».

FI: SALVATE MAGORNO «Qualcuno avvisi Magorno che ha sbagliato epoca storica. Dopo due anni e mezzo pensa ancora di difendersi attaccando Scopelliti. Nel frattempo, ha perso tutte le elezioni comunali». Lo dichiara il coordinamento regionale di Forza Italia.
«Troppo scoperto, ingenuo e tatticamente insulso il tentativo – continua la nota –. Il tema è uno e Magorno non ha il coraggio di affrontarlo. Il suo Pd, impegnato in una lotta interna senza quartiere, incapace di trovare la quadra fra gli appetiti eccessivi dei suoi, in affanno rispetto a una totale assenza di politica, sceglie con un colpo di mano di bloccare le attività del consiglio regionale. Troppi ambiscono alle cariche istituzionali, troppo complicato fare un consiglio sull’immigrazione, in più per Magorno personalmente la difficoltà di conciliare le esigenze del suo Pd e di Oliverio con quelle del suo storico alleato, Gentile. Pertanto, paralisi del consiglio regionale. Cosa mai accaduta in precedenza. Ha qualcosa da dire in spiegazione di ciò Ernesto Magorno?»
«Purtroppo – conclude il coordinamento azzurro – non ha alcun alibi per scaricare su di noi alcun tipo di correaponsabilità, almeno si assuma le proprie e quelle del suo partito. E continui a fare il segretario del Pd: con lui al timone le nostre vittorie sono certe».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x