Ultimo aggiornamento alle 23:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Gioia Tauro, tre arresti per un omicidio del 2012 – FOTO E VIDEO

Giuseppe e Alfonso Brandimarte, già in carcere, e Davide Gentile in manette per il delitto Bagalà. Sarebbe maturato nell’ambito della faida con la cosca Priolo-Piromalli

Pubblicato il: 18/06/2018 – 12:20
Gioia Tauro, tre arresti per un omicidio del 2012 – FOTO E VIDEO

REGGIO CALABRIA I carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda nei confronti di tre persone, i fratelli Giuseppe e Alfonso Brandimarte, di 47 e 41 anni, entrambi già detenuti, e Davide Gentile, di 29, con l’accusa di omicidio volontario, aggravato dalle modalità mafiose. L’omicidio in questione, risalente al 26 dicembre del 2012, è quello di Francesco Bagalà e sarebbe da inquadrare, secondo quanto è emerso dalle indagini dei carabinieri basate su immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza, su intercettazioni telefoniche e ambientali e sulle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, nel contesto della faida che tra il 2011 ed il 2012 contrappose a Gioia Tauro le cosche di ‘ndrangheta dei Priolo-Piromalli, da una parte, e dei Brandimarte dall’altra.

Alfonso Brandimarte

Giuseppe Brandimarte

Davide Gentile

L’assassinio di Bagalà sarebbe stato la risposta da parte di Giuseppe Brandimarte, che lo avrebbe pianificato e premeditato, al tentato omicidio messo in atto ai suoi danni il 14 dicembre del 2011 da Giovanni Priolo, padre di Vincenzo, a sua volta ucciso l’8 luglio del 2011 da Vincenzo Perri, nipote di Michele Brandimarte, e dallo stesso Francesco Bagalà. Le indagini, secondo quanto riferiscono in una nota i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, hanno permesso di accertare ad eseguire l’assassinio di Francesco Bagalà sarebbe stato un “commando” composto da Alfonso Brandimarte e dal nipote Davide Gentile che, dopo aver seguito l’autovettura con alla guida la vittima, l’aveva affiancata, sparando complessivamente sei colpi con una pistola calibro 38, due dei quali raggiunsero Bagalà al torace ed al volto, determinandone la morte istantanea.
https://www.youtube.com/watch?v=AeMcYZZ2fEI&feature=youtu.be

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x