Ultimo aggiornamento alle 18:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

«No a leggi-papocchio sull'integrazione delle Aziende ospedaliere»

I sindacati del nosocomio di Lamezia: «Temiamo che il “San Giovanni Paolo II” diverrà solo il “magazzino ricambi” di personale e strumentazione della nuova mega Ao»

Pubblicato il: 18/02/2019 – 17:38
«No a leggi-papocchio sull'integrazione delle Aziende ospedaliere»

Riceviamo e pubblichiamo una nota dei sindacati medici dell’ospedale di Lamezia Terme sull’integrazione delle Aziende ospedaliere Pugliese-Ciaccio e Mater Domini di Catanzaro.
Le scriventi organizzazioni sindacali della Dirigenza medica, Veterinaria e Sanitaria dell’Asp di Catanzaro, rappresentative della stragrande maggioranza (dati Aran) dei professionisti operanti nell’ospedale “San Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme, con riferimento alla istituenda aggregazione del locale nosocomio all’Azienda Unica del Capoluogo non sono favorevoli alla proposta nella sua attuale formulazione. Difatti il testo della pdl numero 365 proposto dal consigliere regionale Michele Mirabello e altri, allo stato si presenta, a dir poco generica e lacunosa, ma soprattutto, nella sua indefinitezza complessiva, non lascia comprendere la reale efficacia e fattibilità della stessa. 
Non a caso, distinti comunicati di vari esponenti politici, sia pur con diversi argomenti e sfumature, manifestano dissenso motivato nei confronti della suddetta proposta di legge. Quel che è certo ed auspichiamo è che si proceda a un confronto con gli operatori medici (che si ritengono, contrariamente a quanto da taluni incautamente adombrato, classi dirigenti serissime e, soprattutto, competenti per esperienza maturata sul campo e certificata formazione curriculare) fin qui sistematicamente ignorati dai componenti della competente III Commissione Consiliare (nonostante la presenza di 4 medici al suo interno, i consiglieri regionali Ciconte, Esposito, Parente, Scalzo), in un’ottica di costruttivo e propositivo confronto, teso all’approvazione di un testo di legge giuridicamente inattaccabile e, quel che più conta, funzionale alle esigenze dei pazienti di tutta l’Area Centrale. Tale passaggio non vuole in alcun modo avere intenzione dilatoria, o di campanilistico, tanto meno corporativistico intralcio, come potrebbe maldestramente insinuare chi preme per l’approvazione rapida e pasticciata di una legge-papocchio, per poi giovarsi della confusione dalla stessa generata, magari per favorire, scientemente o meno, quanti lucrano sull’inefficienza della Sanità pubblica. Perché quello che non si vuol dire e far capire è se tale integrazione con i due colossi Pugliese-Ciaccio e Mater Domini sarà paritaria in termini di offerta ed accesso a servizi e prestazioni, o il “San Giovanni Paolo II” diverrà solo il “magazzino ricambi” di personale e strumentazione della nuova mega Azienda ospedaliera, buono solo per rimpolpare i volumi assistenziali in emergenza–urgenza (che a Germaneto non vogliono, nonostante la risoluzione del Consiglio comunale di Catanzaro, importante con valore però puramente simbolico) ma di cui vi è disperato bisogno, se si vuol mantenere l’accreditamento delle Scuole di Specializzazione. Pari dignità, insomma, o rapporto ancillare da “portatore d’acqua”, per il nosocomio lametino: questo dovrà specificare il testo della legge, senza rinvii a un protocollo d’intesa dove ogni pirateria sarebbe possibile. Si spera anche che questa sfida venga affrontata da tutti con la lucidità dovuta, ricordando che il confronto, per essere utile, deve essere scevro di pregiudizi ed interessi, e va fatto in aula, prima della conversione in legge.

Filippo Maria Larussa (segretario regionale ANAAO-Assomed)
Ivan Potente (coordinatore Area Vasta FPCGIL Medici Cz-Kr-Vv)
Tancredi Perricelli (coordinatore AAROI EMAC ASP Cz)
Maurizio Cavaliere (coordinatore ANPO-ASCOTI- FIALS Medici ASP CZ)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x