Ultimo aggiornamento alle 16:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il «paradosso» di Dinami, dove «nessuno chiede il Reddito di cittadinanza»

Il paesino del Vibonese ha il reddito pro capite più basso della Calabria ma nessuno avrebbe finora richiesto il sussidio del governo gialloverde. Ma secondo il sindaco si tratta del Comune più pov…

Pubblicato il: 07/03/2019 – 10:03
Il «paradosso» di Dinami, dove «nessuno chiede il Reddito di cittadinanza»

LAMEZIA TERME Fino a qualche anno fa il poco ambito primato spettava a Nardodipace, paese montano delle Serre. L’etichetta di «Comune più povero d’Italia» è comunque rimasta nel Vibonese ma ora si è spostata verso la collina finendo per appiccicarsi a Dinami. Poco più di 2mila abitanti, affacciato sulla Piana di Gioia Tauro, il paesino è stato preso ad emblema da Repubblica per raccontare il «paradosso» del piccolo Comune della periferia più arretrata del Paese dove però «nessuno chiede il reddito di cittadinanza». Il giornale da poco passato sotto la direzione di Carlo Verdelli ha così mandato nel Vibonese un suo inviato per rendersi conto di tanta “stranezza” e scoprire che in realtà la questione sarebbe più che altro demografica e di spopolamento: in molti tra i residenti sono anziani e pensionati e dunque nessuno, almeno nel primo giorno utile, ha chiesto il Reddito introdotto dal governo gialloverde. Anche il Reddito di inclusione dei governi Renzi-Gentiloni, per la verità, qui è stato utilizzato da non più di sette persone. E poi c’è «il sommerso» e le «giornate lavorative» in agricoltura – fa notare il sindaco Gregorio Ciccone – che falsano il dato di paese più povero, che sarebbe tale «solo sulla carta». Il triste primato sarebbe certificato dal fatto che Dinami ha il reddito pro capite più basso della Calabria, e la Calabria è a sua volta «in coda alla classifica italiana del benessere». Quindi, mentre secondo l’Inps i potenziali beneficiari del Reddito di cittadinanza in Calabria sono 144mila (lo abbiamo raccontato qui) e il primo giorno non c’è stato il «temuto» assalto ai Caf, il «paradosso» del Comune vibonese «racconta il Paese reale» e, sempre secondo Repubblica, «qualcosa forse insegna».

s. pel.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x