Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Trebisacce, operaio lotta per la vita dopo una caduta da 10 metri d’altezza

Giovane edile trasferito all’ospedale di Cosenza con gravi fratture. Il sindacato: «Situazione insostenibile»

Pubblicato il: 19/11/2019 – 22:53
Trebisacce, operaio lotta per la vita dopo una caduta da 10 metri d’altezza

TREBISACCE «Con grande dolore e rabbia siamo purtroppo costretti a registrare l’ennesimo gravissimo incidente sul lavoro nel nostro territorio. Un operaio edile di giovanissima età cadendo da una impalcatura di un palazzo in costruzione nella cittadina di Trebisacce, sta rischiando la vita a causa delle gravissime fratture riportate nella caduta da circa 10 metri di altezza». La Fillea Cgil, attraverso Simone Celebre, segretario regionale, e Giuseppe De Lorenzo, segretario della confederazione per l’area Pollino-Sibaritide-Tirreno, denuncia il nuovo grave incidente sul lavoro.
«Nella speranza che l’immediato intervento delle strutture sanitarie territoriali e dell’elisoccorso con l’immediato trasporto presso il nosocomio di Cosenza permettano di salvare la giovane vita – prosegue la nota –, non possiamo che denunciare una situazione ormai diventata insostenibile e non più accettabile e che ormai quasi quotidianamente si verifica nei cantieri edili, che siano pubblici o privati. Sicuri che l’intervento delle forze dell’ordine e dell’ispettorato del lavoro facciano immediatamente luce sulle cause e sulle responsabilità di questa ennesima tragedia sul lavoro, chiediamo con forza che le istituzioni tutte Territoriali, Regionali e Nazionali stringano in maniera ferrea le maglie dei controlli, perché tragedie così gravi e continue siano evitate».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb