Ultimo aggiornamento alle 19:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Chiaravalle, 400 euro di multa ai sindaci per il sit-in davanti alla casa di cura

Sanzionati i primi cittadini che hanno presenziato alle operazioni di trasferimento degli anziani pazienti. Staglianò: «Un bel regalo di Pasqua». Reso noto il primo positivo di Cardinale: un operat…

Pubblicato il: 06/04/2020 – 15:53
Chiaravalle, 400 euro di multa ai sindaci per il sit-in davanti alla casa di cura

CARDINALE Dopo il sit-in arriva il «regalo di Pasqua», così almeno lo definisce in una diretta su Facebook il sindaco di Cardinale Danilo Staglianò. Lui e i suoi colleghi primi cittadini pagheranno per il picchetto davanti alla casa di cura “Domus Aurea”, avvenuto nella scorsa settimana in occasione del trasferimento degli anziani contagiati dalla rsa al Policlinico universitario di Catanzaro. Le multe, disposte sulla base dell’ultimo decreto sull’emergenza Coronavirus, sono da 400 euro per ciascuno dei sindaci del comprensorio che hanno abbandonato il proprio Comune per convergere nella “zona rossa”. Lo avrebbero fatto senza motivo, secondo i controlli. Staglianò, ovviamente, rileva che la presenza era dovuta alla necessità di sorvegliare sulle operazioni di trasferimento, annunciate da giorni e, fino a quel momento, rimaste incompiute.
LA RICOSTRUZIONE DI STAGLIANO’ «Una notizia che – ha commentato Staglianò – ha del ridicolo. Il 2 aprile, assieme ad altri colleghi, siamo andati all’esterno della Casa di cura per verificare che tutti i vecchietti venissero trasferiti, visto che fino a quel giorno tutto procedeva a rilento. Stamattina io e gli altri colleghi ci troviamo un verbale di 400 euro perché siamo andati a verificare che i nostri nonnini venissero trasferiti. Grazie – ha sostenuto il sindaco di Cardinale – a chi ci ha fatto questo bel regalino. Naturalmente ci è stato contestato il verbale perché ci siamo allontanati dal nostro territorio, entrando in zona rossa, ma l’abbiamo fatto per salvaguardare i nostri cittadini e i dipendenti della Domus Aurea che ancora erano all’interno».
PRIMO POSITIVO A CARDINALE Staglianò, infine, ha anche reso noto che nel suo Comune si è registrato il primo caso di positività al Covid-19: si tratta – ha spiegato il sindaco di Cardinale – di un operatore sanitario che lavorava sempre alla Rsa di Chiaravalle, «era negativo al primo tampone ma si è positivizzato successivamente perché, per sprezzo del pericoloso, ha continuato ad assistere i nostri nonni nella struttura, comunque si è messo in quarantena e non ha avuto rapporti con nessuno».
IL COMMENTO DI PITARO «Summum ius, summa iniuria. Ad essere benevoli – dice il consigliere regionale Francesco Pitaro (Gruppo misto) – si potrebbe ricorrere a questa intramontabile locuzione latina, per commentare le multe recapitate ai sindaci che hanno coraggiosamente visionato il trasferimento verso il Policlinico di Germaneto a Catanzaro degli anziani ricoverati nella casa di cura ‘Domus Aurea’ di Chiaravalle. Ma tirare in ballo Cicerone mi pare un’enormità, nell’Italia precipitata nell’incubo coronavirus e nella Calabria a rischio esplosione sociale. Piuttosto, par di capire, e questo caso è l’ulteriore dimostrazione, si persevera diabolicamente nella sottovalutazione del formidabile ruolo di presidio democratico che i sindaci (tra l’altro autorità sanitarie), spesso senza strumenti e risorse e in un’area tra le più abbandonate del Paese, stanno responsabilmente assolvendo. Ci saremmo attesi da parte dello Stato un encomio, per questi primi cittadini colpevoli di aver messo davanti a tutto gli interessi delle loro comunità, non certo una sanzione che sa di grottesco e di presa in giro. Pronto a prenderne gratuitamente le difese (come avvocato), anche per vedere la faccia dei giudici che dovranno giudicarli».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x