Ultimo aggiornamento alle 21:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Proroga “zone rosse”, Corbelli (Diritti Civili): «Revocare subito chiusura per Torano ed altri Comuni»

Il leader del Movimento contesta la decisione della presidente Jole Santelli di “lasciare chiusi” oltre il 3 maggio alcuni comuni tra cui proprio Torano. «I dati dicono che il Comune, fuori dal cas…

Pubblicato il: 24/04/2020 – 21:11
Proroga “zone rosse”, Corbelli (Diritti Civili): «Revocare subito chiusura per Torano ed altri Comuni»

TORANO CASTELLO Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, contesta la Presidente della Regione, Jole Santelli, per la mancata riapertura del comune di Torano Castello e degli altri tre comuni rimasti ancora zona rossa. «Tutte le ordinanze di zona rossa andavano revocate, non solo alcune. Ha sbagliato la Presidente Santelli a non farlo, come le sto continuando a chiedere, anche con un video-appello su Fb. La stimo ma contesto la sua decisione che le chiedo di rivedere subito. Non si giustificano le proroghe di chiusura, sino al 3 maggio, né per Torano Castello(una trentina di contagiati, esclusivamente dipendenti e familiari, su 126 complessivi per la vicenda di Villa Torano), né per gli altri comuni dove la situazione è in netto miglioramento, così come nel resto della regione dove, fortunatamente, si registrano solo pochissimi altri casi di contagio, con numeri negli ultimi giorni anche ad una sola cifra, afferma Corbelli. Mentre altrove, come oggi in Veneto, vengono allentate le misure e riaperte molte attività, nonostante i numeri del contagio e dei morti siano venti volte superiori a quelli della Calabria, nella nostra regione la Governatrice mantiene ingiustificatamente ancora chiusi il comune di Torano e altri tre comuni. Ricordo alla Governatrice che su 126 contagiati legati a Villa Torano, solo una trentina sono quelli del nostro comune: 18 dipendenti e i familiari di alcuni di loro. Tutto il resto del comune, che conta quasi 5000 abitanti, è, per fortuna, escluso dal contagio. Nessun nucleo familiare all’infuori di questi è infatti interessato dall’epidemia. Gli altri cento positivi sono persone di altri 13 comuni, del circondario e non solo. Per questo è ingiusto continuare a tenere ancora chiuso solo il nostro comune e rappresentare Villa Torano come il focolaio di Torano Castello, addirittura la nuova Codogno. Per questo è assolutamente ingiustificato continuare a tenere blindato(con tutti i disagi che questo comporta alla popolazione, già provata da oltre 50 giorni di reclusione in casa!) l’intero territorio comunale, lasciando paradossalmente poi senza alcun presidio proprio la Rsa Villa Torano! Chiedo alla Presidente di intervenire e annullare subito le ordinanza di chiusura anche per Torano e gli altri comuni rimasti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x