Ultimo aggiornamento alle 16:40
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Covid a Locri, l'appello di Calabrese: «Rispettiamo le regole e salviamoci la vita»

Il primo cittadino scrive su Facebook dopo i due casi positivi in città: «In mancanza di un controllo sanitario capillare, ognuno di noi potrebbe essere positivo asintomatico e involontariamente co…

Pubblicato il: 06/10/2020 – 18:29
Covid a Locri, l'appello di Calabrese: «Rispettiamo le regole e salviamoci la vita»

LOCRI «Rispettiamo le regole senza farci prendere dal panico, attendiamo non senza preoccupazione e qualche perplessità, le ulteriori verifiche sui cittadini risultati positivi al Covid 19». Il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, affida al proprio profilo Facebook l’appello rivolto alla cittadinanza dopo i due casi di coronavirus accertati oggi, mentre si attende ancora l’esito degli altri tamponi. «Samo in ogni caso chiamati ad una prova di responsabilità – scrive ancora il primo cittadino – e in questi mesi ci siamo attenuti con sacrificio e serietà alle rigide indicazioni relative alla prevenzione della diffusione del Covid 19. Il modo responsabile di agire della nostra comunità ci ha consentito di evitare possibili focolai derivanti da quelle situazioni di emergenza registrate anche nella nostra città».
«Ora – scrive ancora Calabrese – dopo una intensa “stagione estiva senza frontiere” e marginali misure di prevenzione e precauzione, si apre una fase delicata e imprevedibile. Oggi il nemico invisibile è purtroppo più forte e più presente anche alla nostra latitudine. La diffusione del contagio dipende molto dai nostri comportamenti quotidiani».
«L’utilizzo della mascherina, voluto giustamente dalla Presidente Santelli e recepito poi dal Governo Conte, rappresenta una importante misura precauzionale che tutti dobbiamo rispettare. È necessario poi evitare tutte le forme possibili di assembramento. Non è possibile ed è inaccettabile quello che accade all’entrata e all’ uscita delle scuole, o in alcune attività commerciali e uffici pubblici».
«Dobbiamo renderci conto che purtroppo – continua il sindaco di Locri su Facebook – in mancanza di un controllo sanitario capillare, ognuno di noi potrebbe essere positivo asintomatico e involontariamente contagiare altre persone. Quanto verificatosi ieri sera rappresenta, purtroppo, una conferma. Su tante cose è necessario e fondamentale cambiare abitudini. Basta con strette di mano, “palette e saluti” con gli affettuosi baci e abbracci. Non serve e potrebbe essere estremamente pericoloso. Il vero vaccino anticovid19 siamo noi con i nostri comportamenti».
Infine l’appello alla sicurezza del primo cittadino: «Mascherina sempre in presenza di altre persone, distanziamento sociale e nessun assembramento rappresentano l’antidoto naturale contro la diffusione del coronavirus. Il sacrificio di oggi può salvare la nostra vita e quella degli altri. Avanti. Rispettiamo le regole e salviamoci la vita. Non fidatevi di chat e informazioni sbagliate. Come è sempre stato fatto, vi informeremo costantemente di ciò che accade nella nostra città».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x