domenica, 07 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 8:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

«Dimissioni spontanee» di Zuccatelli mentre Strada «è un’ipotesi»

Il Corriere della Sera lancia lo scenario di una possibile uscita di scena del commissario. Il viceministro a Rainews 24 “salva” la nomina ma per la prima volta parla apertamente del fondatore di E…

Pubblicato il: 10/11/2020 – 11:44
«Dimissioni spontanee» di Zuccatelli mentre Strada «è un’ipotesi»

LAMEZIA TERME Lo scrive il Corriere della Sera: «Zuccatelli, intanto, tratta “dimissioni spontanee” con Palazzo Chigi (che, avendolo appena eletto, adesso faticherebbe a licenziarlo). Se me ne vado, cosa mi date in cambio?». C’è anche questa opzione tra quelle sul tavolo del governo. Una scelta che farebbe molto Prima Repubblica. Dopo la bufera mediatica ci sono due possibilità: aspettare che passi o uscire con stile e accontentarsi di un altro incarico. Il retroscena del Corsera propende la seconda scelta, mentre il M5S si è spaccato tra “negazionisti” (i “no Zucca”) e possibilisti (quelli che “vediamo cosa combina prima di giudicare”: il copyright è del viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri). Intanto il commissario designato ha, nell’ordine: lasciato che il cellulare suonasse senza rispondere, spento il telefono, risposto e fatto finta di non sentire quando Fabrizio Roncone lo ha finalmente raggiunto.
Così vanno le cose intorno alla sanità calabrese da quando Cotticelli è stato dimissionato da Giuseppe Conte e sono apparsi video più che imbarazzanti. Nel primo spiegava candidamente che «le mascherine non servono a un cazzo». Quando il filmato è apparso in rete ha cercato di dire che risaliva alla prima fase della pandemia. Falso: era del 27 maggio. Poi ne è apparso un altro in cui dispensava consigli ai giovani («sc… adesso che potete»).
Le ultime di mattinata, sul lato del governo, sono affidate ancora a Sileri, che ha parlato con Rai News 24. Il viceministro (ri)chiede uno stop delle divisioni. «Lavoriamo tutti per evitare i danni di questo maledetto virus. Zuccatelli ha fatto un passo falso, non sono d’accordo con le parole che ha detto sebbene risalgano a un altro periodo quando l’uso della mascherina non era entrato nella nostra quotidianità». Abbiamo già spiegato che è falso ma dal governo continuano a ripeterl. «Sono però d’accordo con Speranza – continua Sileri –, ora si apre un nuovo capitolo, vediamo come scriverà le prime pagine da commissario e poi si deciderà. Quello che serve oggi in Italia è il merito, e deve stare davanti a tutto, Zuccatelli di curriculum lo ha. Credo sia un gran lavoratore, vediamo come performerà. Lasciamo ora i pregiudizi altrimenti non usciamo più dall’impasse generata». Insomma, l’ala governista del M5S non pare avere nel proprio orizzonte le “dimissioni spontanee”. Per la prima volta, però, Sileri – in una dichiarazione riportata dall’Agi – fa il nome di Gino Strada, fondatore di Emergency, in potenziale soccorso alla sanità calabrese. «Gino Strada è un’ipotesi per il commissariamento della Sanità in Calabria. È un collega eccezionale e tutto ciò che ha fatto nella vita è irripetibile per altri. È sicuramente un esempio dell’Italia nel mondo». (ppp)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb