Ultimo aggiornamento alle 16:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Vaccini, ritardi Pfizer per «assestamenti di produzione». Boccia: «Pretendiamo chiarezza»

Questo quanto apprende l’Agenzia europea dei medicinali. Il ministro: «È necessario consentire alle Regioni un accordo di solidarietà per garantire i richiami a tutti»

Pubblicato il: 19/01/2021 – 21:45
Vaccini, ritardi Pfizer per «assestamenti di produzione». Boccia: «Pretendiamo chiarezza»

ROMA Sono dovuti ad assestamenti nella produzione gli slittamenti nelle consegne delle dosi del vaccino anti Covid-19 prodotto da Pfizer-Biotech, a quanto si apprende dall’Agenzia europea dei medicinali (Ema). Disguidi e ritardi si devono al fatto che l’azienda sta cercando di aumentare la produzione e, a fronte dei molti ordini ricevuti, non ha avutola possibilità di fare scorte di materie prime.
LA REAZIONE DI BOCCIA «E’ necessario consentire alle Regioni un accordo di solidarietà per garantire i richiami a tutti». E’ quanto avrebbe detto, secondo quanto si apprende, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia nel corso del vertice con le regioni per fare il punto sui vaccini dopo il taglio nelle consegne deciso unilateralmente da Pfizer. Proprio in seguito a quei tagli, avrebbe aggiunto il ministro, «abbiamo l’urgenza di ridurre la distribuzione dei vaccini in questa settimana in Italia». Alle regioni, Boccia ha sottolineato che con il ministro Roberto Speranza si è preferito non rinviare la riunione anche se contemporaneamente è in corso al Senato il voto di fiducia al governo. «Le emergenze legate al Covid-19 non conoscono le liturgie delle crisi di governo» avrebbe sottolineato il ministro che poi ha confermato il piano trimestrale ipotizzato con le altre case farmaceutiche appena l’Ema darà il via libera sui nuovi vaccini. «Se il 29 gennaio Ema autorizzerà Astrazeneca – ha detto Boccia – sono confermate le 8 milioni di dosi per il trimestre successivo. Andiamo avanti uniti pretendendo il rispetto degli impegni. Ora serve essere molto rigorosi nel pretendere il rispetto della distribuzione delle dosi prodotte settimana per settimana».
AZIONI LEGALI «Si valuteranno – avrebbe riferito Boccia – azioni legali concordate nei confronti di Pfizer per il taglio e il ritardo nella consegna delle dosi dei vaccini». «Pretendiamo chiarezza e rispetto per il nostro paese sugli accordi europei presi – avrebbe aggiunto sottolineando – la necessità che non vi siano più riduzioni unilaterali senza preavviso».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb