Ultimo aggiornamento alle 0:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa

Emergenza Covid, tamponi e (forse) vaccini: a Lamezia scende in campo l’esercito – VIDEO E FOTO

In allestimento all’ospedale lametino la tenda che sarà operativa da metà settimana. Lavoro sinergico tra l’Asp e il “2º Reggimento Aves-Sirio”

Pubblicato il: 08/03/2021 – 13:08
di Giorgio Curcio
Emergenza Covid, tamponi e (forse) vaccini: a Lamezia scende in campo l’esercito – VIDEO E FOTO

LAMEZIA TERME Poco più di cento tamponi, molecolari e antigenici, garantiti quotidianamente per tutta la cittadinanza.Per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19 e la tanto temuta quanto prevista “terza ondata”, a distanza di un anno esatto dall’inizio della pandemia, anche a Lamezia Terme scende in campo l’Esercito, come è già accaduto a Cosenza e Catanzaro. 

La struttura

Proprio nella città della Piana, nel parcheggio dell’ospedale “Giovanni Paolo II”, da questa mattina gli uomini del “2º Reggimento Aves-Sirio” di Lamezia, guidati dal colonnello Fabio Bianchi, stanno allestendo quella che è già stata definitiva una “struttura mista” che prende le mosse dal DTD, il Drive-Through-Difesa, ma che in questo caso vedrà l’impiego del personale medico dell’Asp di Catanzaro e non quello dell’esercito, e che secondo le previsioni sarà pronta entro la metà di questa settimana.

Oggi tamponi domani (forse) i vaccini

Quello messo in campo dall’Azienda sanitaria del capoluogo e l’esercito è dunque un’importante iniziativa sinergica, un tassello fondamentale per cercare di fronteggiare (e prevenire) i rischi legati alla diffusione del coronavirus a Lamezia Terme. La funzionalità della tenda, dunque, sarà garantita da lunedì a sabato nelle ore mattutine ma, in base alle necessità e alle eventuali emergenze, potrà lavorare h24 per tutta la settimana.

«Sinergia tra Asp ed esercito»

«L’attività iniziale – spiega al Corriere della Calabria Francesco Lucia, responsabile del servizio di prevenzione e protezione aziendale dell’Asp di Catanzaro – prevede di effettuare tamponi, molecolari e rapidi, ma l’auspicio è che questa struttura possa servire in un secondo momento per effettuare i vaccini e dunque sostenere e dare maggiore supporto alla campagna vaccinale del territorio». «Davanti all’emergenza – spiega ancora – è necessario che tutte le forze presenti sul territorio diano il loro contributo. Un po’ come è già successo a Catanzaro Sala, la stessa cosa si vuole fare qui a Lamezia per garantire una risposta immediata a quelli che sono i bisogni della comunità lametina». (redazione@corrierecal.it)

L’intervista

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb