Ultimo aggiornamento alle 15:33
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Lotta al Covid

Vaccini, Aieta: «Incrementate le somministrazioni hub Cetraro»

Il consigliere regionale del Pd illustra la comunicazione pervenuta dall’Asp di Cosenza: «300 somministrazioni la settimana a fronte delle precedenti 120»

Pubblicato il: 11/04/2021 – 19:50
Vaccini, Aieta: «Incrementate le somministrazioni hub Cetraro»

COSENZA «In merito alle prenotazioni delle vaccinazioni Anti-Covid 19, in piattaforma di Poste Italiane, che procedono in relazione alle dosi che arrivano settimanalmente, poco più di 5.000, e vista la previsione a breve, di aumento di dosi in arrivo, ho proposto alla direzione generale e sanitaria dell’Asp Cosentina, l’aumento delle prenotazioni in agende già attive e l’incremento di attivazione di nuove sedi nel territorio provinciale». Lo afferma in un post sulla propria pagina Facebook il consigliere regionale del Partito democratico Giuseppe Aieta. «Con la pronta risposta arrivatami proprio stamattina dall’Asp – aggiunge – comunico che è appena stata incrementata la piattaforma di Cetraro con 300 somministrazioni la settimana a fronte delle precedenti 120. Con l’attivazione di nuovi centri vaccinali potremmo evitare che i cittadini dal proprio comune di residenza si spostino per distanze che creano solo disagi».
«Se la campagna di vaccinazione è fondamentale per uscire dall’incubo della pandemia – scrive Aieta – allora è necessario per i rappresentanti delle Istituzioni saperne di più per offrire soluzioni e non per fare ad ogni costo i capipopolo. Perché fare i capipopolo è comodo ma non può appartenere ai riformisti, cioè a quelli che sono sempre alla ricerca di soluzioni. Oggi ho interloquito, con dati alla mano, con i vertici dell’Asp di Cosenza con esiti positivi nonostante le difficoltà del terribile momento che viviamo».
«Vediamo di offrire qualche elemento di valutazione – illustra -. Da metà marzo la Regione Calabria si è adeguata alle prenotazioni delle vaccinazioni Anti Covid-19 in piattaforma di Poste Italiane. L’Asp di Cosenza, nonostante le criticità soprattutto iniziali del nuovo sistema, sta rispondendo adeguatamente raggiungendo i numeri più alti in Calabria. Ha, infatti, attivato la prenotabilità nel Distretto Cosenza – Savuto, a Cosenza, Aprigliano, Rogliano e Spezzano Sila; nel Distretto Valle Crati, a Rende con due centri presso il Poliambulatorio di Quattromiglia e il Parco Acquatico, ad Acri, Montalto e Lattarico; nel Distretto Tirreno, ad Amantea, Cetraro e Paola, Praia a Mare; nel Distretto Esaro Pollino, a Castrovillari, Roggiano Gravina e Mormanno; nel Distretto Ionio, a Corigliano e a Rossano, Cariati, Cassano allo Ionio, Trebisacce e Oriolo».
«Ci sarà oltre che un aumento delle capienze in agenda presso i suddetti centri – prosegue ancora il consigliere regionale dem – anche un aumento dei centri prenotabili in piattaforma atti a garantire un’equa copertura dei territori. Centri che già erano attivi ed altri che i Sindaci, collaborando, hanno messo a disposizione, aiutando anche ad allestirli adeguatamente. A tal proposito non posso che complimentarmi col Sindaco di Cetraro per come è riuscito ad allestire il centro del nostro Comune. La notizia di qualche giorno fa dell’apertura delle prenotazioni per i soggetti con fascia di età 70-79 anni, apre uno spiraglio sulla espansione vaccinale nella popolazione».
«Abbiamo avuto notizie anche – dice Aieta – rispetto al caregiver – cioè i soggetti che si prendono cura dei pazienti fragili – per cui la prossima settimana, in attesa delle direttive di organizzazione da parte della Regione, sarà data loro la possibilità di prenotarsi attraverso il portale di prenotazione. Inoltre, abbiamo sollecitato l’attuazione di un ben organizzato ed efficiente servizio per i soggetti fragili a domicilio. L’ASP sta lavorando già a riguardo ed in questi giorni attiverà Il servizio con squadre dedicate».
«Non ci resta che avere fiducia in ciò che il generale Figliuolo – sostiene il consigliere regionale – anche durante la sua visita presso la nostra Regione, ha dichiarato sulle consegne di dosi necessarie per procedere celermente e vaccinare – senza più affanno da parte degli operatori sanitari e senza dover rimandare indietro pazienti prenotati per insufficienza di vaccini – la popolazione secondo le fasce aventi diritto stabilite dal Ministero della Salute. Ad oggi l’Asp di Cosenza ha somministrato 112 mila dosi».
«Di queste 7 mila – conclude Aieta – rientrano nella categoria “ALTRO” di cui si fa un gran parlare in questi giorni. Qui (https://www.facebook.com/100005092268287/posts/1734883730024686/ ) troverete la spiegazione logica di questa categoria e non ho motivo di non credere al Dott. Rizzo, medico serio, ed attualmente Direttore Sanitario dell’Asp. Non c’è dubbio però che qualche furbetto abbia saltato la fila e saranno gli organi competenti a scovarlo».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb