Ultimo aggiornamento alle 19:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La proposta

Covid, Aieta: «Sindaci in prima linea. Occorre vaccinarli»

Appello del consigliere regionale dem a far rientrare i primi cittadini nella campagna vaccinale: «Se crollano sarà un disastro»

Pubblicato il: 17/04/2021 – 8:17
Covid, Aieta: «Sindaci in prima linea. Occorre vaccinarli»

COSENZA «Ho sempre pensato che inseguire il senso comune lasciando in disparte il buon senso, come ci insegna Manzoni, sia la negazione della politica ormai imbrigliata nelle secche della paura. Immaginate se in piena pandemia venissero a mancare le fasce tricolori quelle, per intenderci, che ogni santo giorno si svegliano dedicando tutta il loro tempo alla propria comunità». Lo scrive sul profilo facebook il consigliere regionale del Pd Giuseppe Aieta. «Quelli che oltre ad occuparsi del disagio sociale, delle opere pubbliche, del decoro, delle scuole, dei trasporti – prosegue – devono fare i conti con una realtà drammatica come il virus che sta infestando i Comuni. E immaginate un Comune senza il proprio sindaco perché colpito dal covid. Cioè, il virus vince sulla comunità perché sconfigge il suo primo avversario, lo neutralizza, lo mette fuori gioco. Perché è il sindaco che si pre-occupa della sua comunità, è lui ad emettere ordinanze a tutela della cittadinanza, è lui che rischia penalmente solo per difendere il suo territorio, è lui che artigianalmente segue il tracciamento dei contagi, è lui che assorbe le maledizioni dei cittadini, ed è lui che rischia per l’odio sociale che la crisi sanitaria ha aggravato».
«Sono loro che – prosegue Aieta – dopo il personale sanitario (senza il quale saremmo già spacciati) e i soggetti fragili (che proprio i Sindaci devono tutelare e garantire), andavano vaccinati, sono loro le autorità sanitarie e di protezione civile nel proprio Comune, sono loro che durante le emergenze adottano atti e provvedimenti di proprio pugno e con la propria firma. Non è un privilegio».
«Sarebbe un privilegio per altre figure istituzionali come la mia – sottolinea l’esponente dem – di consigliere regionale, ma non per il sindaco». «Sono loro – conclude Aieta – che oggi tengono in piedi l’organizzazione delle nostre città, sono loro che ci informano, sono loro che interloquiscono con Asp e Regione, sono loro che trascorrono notti insonni finché non viene giorno. Sono loro che meritano il nostro rispetto».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x