Ultimo aggiornamento alle 0:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

emergenza covid

Acri, San Giovani in Fiore e Cutro tornano in zona arancione

Le restrizioni hanno portato a una diminuzione dei contagi e ora la vita commerciale dei tre centri torna a respirare con misure meno stringenti

Pubblicato il: 04/05/2021 – 11:04
Acri, San Giovani in Fiore e Cutro tornano in zona arancione

Le restrizioni della zona rossa da oggi non sono più in vigore a Cutro, comune del Crotonese e ad Acri e a San Giovanni in Fiore, nel Cosentino, tre centri che nel mese di aprile erano stati colpiti da un forte incremento di casi positivi al Covid 19. Il presidente facente funzioni con un’ordinanza, che scade oggi 4 maggio, aveva prorogato le misure di contenimento del contagio dal 26 aprile al 3 maggio per i tre Comuni citati e fino al 10 maggio per il Comune di Rocca Imperiale. Con l’abbandono della zona rossa la vita commerciale dei centri cittadini tornerà a respirare, riaprono al pubblico gli esercizi commerciali, mentre bar e ristoranti torneranno ad attivarsi attraverso la consegna a domicilio e l’asporto, come prevedono le norme della zona arancione. La chiusura per due settimane ha portato a una flessione dei contagi nel Comune di Acri, ma l’attenzione rimane alta, il sindaco Pino Capalbo ha istituito la chiusura dal 4 al 6 maggio di un plesso scolastico nella frazione di San Giacomo d’Acri dopo la verificata positività al Covid-19 di alcuni studenti dell’Istituto Comprensivo “San Giacomo-La Mucone”. Se l’attenzione rimane alta la voglia di ripartire si avverte sempre più forte, lo stesso primo cittadino acrese Pino Capalbo sulla sua pagina Facebook con un video ha anticipato la presentazione del Palasport: «Consegnamo alla città un impianto sportivo con livelli qualitativi e funzionali che permettono la pratica di discipline sportive regolamentate dalle Federazioni Sportive Nazionali. Uno dei più grandi e moderni del centro-sud Italia, 30.000 metri cubi coperti, 3.600 mq coperti, 910 mq di piano gioco in parquet, oltre 2.700 posti a sedere, oltre 12.000 mq di area esterna». Una struttura che potrebbe essere un riferimento per la provincia di Cosenza e per tutta la Regione – secondo la delegato Coni Francesca Stancati – questo è un impianto che per funzionalità, capienza e capacità può ospitare manifestazioni importanti, anche di carattere internazionale».
A San Giovanni in Fiore invece non si sono registrati altri nuovi contagi, dove al momento i positivi al Covid in totale sono 137. Nel Comune di Cutro invece sono 94 i casi di pazienti positivi al Covid-19. Rimangono sotto le restrizioni della zona rossa: nel Cosentino Montalto Uffugo fino al 13 maggio e Rocca Imperiale fino al 10 maggio; nel Vibonese Paravati di Mileto fino al 10 maggio; nel Crotonese Belvedere Spinello fino al 17 maggio.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb