Ultimo aggiornamento alle 20:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Catanzaro è il distretto giudiziario più virtuoso. Ma viene escluso dalla commissione sulla magistratura nel Meridione

Confronto tv sul tema tra la giornalista Lilly Gruber e la ministra Mara Carfagna che promette di rimediare: «Parlerò con la ministra Cartabia»

Pubblicato il: 19/05/2021 – 23:05
Catanzaro è il distretto giudiziario più virtuoso. Ma viene escluso dalla commissione sulla magistratura nel Meridione

ROMA È stata creata una commissione per valutare il funzionamento della magistratura nel Meridione e al suo interno mancano i magistrati del distretto di Catanzaro che non solo rappresenta i tre quarti del sistema giudiziario in Calabria ma che i dati del ministero della Giustizia dicono essere stato il più virtuoso in questo ultimo anno. La questione è stata posta, nel corso della trasmissione “Otto e mezzo” su La7, dalla conduttrice Lilly Gruber al ministro del Sud Mara Carfagna.
«La categoria che lei e la ministra della Giustizia Cartabia avete scontentato totalmente – ha detto la giornalista – è quella dei magistrati del Sud. Anche perché avete creato una commissione di studio per decreto per valutare il funzionamento della magistratura nel Meridione. Ci sono molte proteste dei magistrati del Sud che dicono che si sentono trattati come dei sudditi. E, inoltre, nella commissione non avete messo nessuno del distretto di Catanzaro (guidato dal procuratore Gratteri, ndr) che rappresenta tre quarti del sistema giudiziario in Calabria. Ora, siccome il distretto di Catanzaro è quello che, in base ai dati del ministero della Giustizia, ha avuto la perfomance migliore in questo ultimo anno, perché non avete scelto un magistrato di quel distretto? Magari poteva spiegare come diventare i più bravi d’Italia». Diretta e precisa la domanda che la giornalista e conduttrice televisiva Lilly Gruber ha rivolto al ministro del Sud.
Carfagna parla di «grido di dolore di alcuni magistrati che si trovano a operare in contesti drammatici e spesso mettendo a rischio anche la propria vita e quella dei propri familiari». «Ma questa commissione – dice Carfagna – nasce proprio per questo. Nasce perché le loro grida di dolore non restino inascoltate». Ma il ministro per il Sud non ha grande spazio di manovra rispetto alla domanda diretta della Gruber che insiste: «Ma non avete messo in commissione proprio quelli più virtuosi».
«Questo possiamo farlo – precisa il ministro del Sud –, e sicuramente lo faremo. Ne parlerò con la ministra Cartabia». «La nostra intenzione è quella di risolvere le problematiche dei magistrati, in particolare di quelli del Sud». Mara Carfagna specifica che si parla quasi esclusivamente di giustizia civile e che al Sud i processi civili durano quasi il doppio di quelli del Nord, evidentemente c’è un problema. C’è un problema di organico, di organizzazione, di carenza di risorse? Allora noi siamo disponibili ad ascoltare queste richieste».
«E poi prenderete qualcuno del distretto di Catanzaro che è il più virtuoso», ribatte la conduttrice.
«Per quello non c’è alcuno problema – rassicura la Carfagna –, non c’è una preclusione. Oltretutto questa iniziativa (la commissione di studio per valutare il funzionamento della magistratura nel Meridione, ndr) non nasce assolutamente con un intento punitivo». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x