Ultimo aggiornamento alle 15:51
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa

Diritti dei minori, dopo trent’anni c’è ancora molto da fare. Falvo: «Questi giovani potranno battere la criminalità» – VIDEO

Celebrazioni a San Pietro a Maida. Berlingieri: «Un ragazzo in Tribunale è la nostra sconfitta». Giampà: «Una bella giornata per lo Stato»

Pubblicato il: 05/06/2021 – 15:39
di Giorgio Curcio
Diritti dei minori, dopo trent’anni c’è ancora molto da fare. Falvo: «Questi giovani potranno battere la criminalità» – VIDEO

SAN PIETRO A MAIDA «Purtroppo i diritti dei fanciulli e il diritto all’uguaglianza, alla casa, alla scuola e al cibo non è assicurato a tutti e soprattutto non è assicurato a tutte le latitudini. È importante continuare ad affermare questi principi e, in queste occasioni, parlare anche di legalità, fondamentale dalle nostre parti». È il procuratore capo di Vibo Valentia, Camillo Falvo, a tracciare, attraverso quelli che sono i punti essenziali, il percorso da seguire dalle giovani generazioni. E lo fa in una giornata particolarmente significativa, il trentennale della ratifica in Italia della convenzione dei diritti del fanciullo (avvenuta nel 1991) e dopo due anni dalla firma di New York, celebrata per l’occasione a San Pietro a Maida, casa proprio del procuratore di Vibo. 

Camillo Falvo

«Bisogna tifare per la squadra giusta»

Una manifestazione, dunque, non solo simbolica ma che ha visto la partecipazione degli alunni delle classi della scuola secondaria di primo grado, oltre alla presenza di alcune figure di riferimento dell’educazione e della giustizia. Per il procuratore Camillo Falvo è stata, dunque, l’occasione di ribadire un concetto che più volte ha già spiegato nel corso delle numerose visite nelle scuole. «Cerchiamo di andare sempre nelle scuole a spiegare l’importanza della legalità. Abbiamo utilizzato per l’appunto una metafora calcistica con riferimento alla lotta alla criminalità organizzata. Bisogna tifare ed essere dalla stessa parte, tifare per la squadra giusta ed evitare di cadere nella tentazione di parteggiare per quella sbagliata. Sono loro, sono questi giovani che potranno vincere questa battaglia, questa guerra nei confronti della criminalità organizzata». 

San pietro - falvo

«Un giovane davanti ad un giudice è una sconfitta per tutti»

A guidare l’evento di questa mattina è stata Caterina Berlingieri, responsabile del progetto legalità nelle scuole da 9 anni. «La convenzione firmata in Italia nel ’91 segna uno spartiacque per i diritti dei ragazzi. Per la prima volta, infatti, il giovane e il bambino da soggetto passivo diventa attivo. La convenzione ha permesso così al legislatore di introdurre degli articoli a salvaguardia degli interessi del minore a cominciare dal diritto all’ascolto. Nei processi, infatti, se richiesto, il giudice deve necessariamente sentire il minore e il bambino ha finalmente diritto ad avere una famiglia». E, a proposito di legalità, per la Berlingieri «il fallimento di una società è quando vedo un ragazzo davanti al Tribunale per i minorenni o quando vedo anche un giovane adulto, doppiamente sfortunato. Se un ragazzo ha 18 anni e mezzo, ad esempio, verrà processato da un Tribunale ordinario ma la differenza tra l’avere 18 anni e mezzo e 18 anni meno un giorno è insignificante. Vedere un ragazzo in Tribunale, come vittima o autore di un reato, è una sconfitta per tutti noi, della collettività che non è riuscita a fare quadrato, a preservare e far sì che quel ragazzo non deviasse». 

Giampà - san pietro

«Una bella giornata per lo Stato e la comunità»

Particolarmente soddisfatto il padrone di casa, il sindaco Domenico Giampà: «È una giornata importante, bella e di respiro dopo il lungo periodo di pandemia ed è importante perché di mezzo c’è la scuola che illustra il progetto, incontra i cittadini, l’amministrazione e importanti operatori del diritto. Una bella giornata in cui lo Stato, nelle sue articolazioni, dimostra di voler andare avanti insieme ai cittadini». Al termine della cerimonia è stato inoltre piantumato un melograno, albero simbolico e segno di speranza per il futuro della comunità. 

Falvo - san pietro
Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb