Ultimo aggiornamento alle 6:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

lo scontro

Belvedere, sfiduciato il sindaco. «Tre irresponsabili in maggioranza»

Sette dimissioni protocollate in Comune. Il sindaco: «Tradiscono il mandato e lasciano un paese pieno di problemi a un commissario»

Pubblicato il: 19/08/2021 – 12:48
Belvedere, sfiduciato il sindaco. «Tre irresponsabili in maggioranza»

Sfiduciato, a Belvedere Marittimo, il sindaco Vincenzo Cascini. Nella mattinata di giovedì, quattro consiglieri del gruppo di minoranza “Belvedere città futura” (Barbara Ferro, Eugenio Greco, Daniela Tribuzio e Agnese Forillo) insieme ai tre del gruppo autonomo di maggioranza (Vincenzo Spinelli, Stefania Scoglio e il presidente del consiglio, Vincenzo Carrozzino) hanno protocollato in comune le loro dimissioni, dando inizia alla crisi politica che porterà, a meno di passi indietro, all’arrivo di un commissario.
Casini parla di «atto irresponsabile dei tre consiglieri di maggioranza. Vincenzo Spinelli, Vincenzo Carrozzino e Stefania Scoglio. Animati solo dal desiderio di apparire, ignorando quelle che sono le vere drammatiche necessità del paese, per mandare a casa questa amministrazione, hanno raccolto le firme trovando ampia disponibilità anche da parte della minoranza e tradendo il mandato elettorale». 
Per il sindaco sfiduciato «quanto accaduto è la conferma che la loro permanenza in questa amministrazione non era legata unicamente al benessere del paese. Come spiegare altrimenti l’abbandono del consiglio comunale al momento della votazione per la riduzione della Tari? Spiegassero ai cittadini perché volevano alte le tariffe». Cascini pone una serie di domande agli ex colleghi di maggioranza: «Perché non dicono chiaramente quali sono le motivazioni politiche della crisi? Perché hanno voluto far cadere questa amministrazione a pochi mesi dalle ragionali? Forse perché qualche candidatura non è gradita ai loro referenti? Se ne facciano una ragione». «Vogliono lasciare il paese – continua la nota –, con tutti i problemi che ci sono, in mano ad un commissario per oltre dieci mesi e forse più, Covid permettendo. Il dissesto lasciato a se stesso senza una politica attenta potrebbe prolungarsi anche a tempo illimitato. In ultimo vorrei dedicare due righe alla minoranza: capisco la ghiotta occasione, ma secondo il mio parere una opposizione ragionevole non lascia un paese allo sbando senza una guida politica votata da un altissimo numero di persone. Possibile che non si rendono conto di tutta la drammaticità che potrà colpire Belvedere? Non si rendono conto che tutti i danni che arriveranno è colpa anche loro perché hanno avallato una simile decisione? Ma la loro colpa maggiore è che sono stati trascinati in questa crisi dai tre irresponsabili». 

La posizione dei dimissionari

In data odierna i Consiglieri comunali del neo gruppo di maggioranza Vincenzo Carrozzino, Vincenzo Spinelli e Stefania Scoglio, unitamente ai consiglieri di minoranza, hanno rassegnato personalmente le dimissioni dalla carica di consigliere comunale al fine di procedere all’immediato scioglimento del Consiglio Comunale. «E’ bene precisare – dicono – che lungo l’arco di questi due anni, i sottoscritti consiglieri hanno più volte manifestato la loro insoddisfazione per l’assenza di valide proposte amministrative ed il modus operandi del Sindaco e della sua Giunta silente, che hanno condotto Belvedere ad uno stato di grave decadimento sotto gli occhi di tutti. Proprio nel rispetto del mandato elettorale, e nelle giuste sedi, – (nelle riunioni di maggioranza e nei Consigli comunali), i sottoscritti hanno auspicato più volte un cambio di indirizzo dell’attività amministrativa ed un maggiore coinvolgimento, prospettando soluzioni che in tali occasioni e con un fare convincente venivano in un primo tempo accolte e giudicate validissime, per essere poi completamente disattese. Dette dimissioni, scevre da qualsivoglia ulteriore motivazione personale e/o elettorale, rappresentano un atto dovuto per il forte senso di responsabilità che i sottoscritti nutrono verso il proprio Paese e costituiscono il modo immediato per porre fine ad una politica amministrativa deludente».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x