Ultimo aggiornamento alle 17:21
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa

La Calabria diventa capitale della gastronomia, domani e mercoledì la Festa del Cuoco

Centinaia di chef provenienti da tutt’Italia attesi a Catanzaro e Soverato per un momento di incontro e di formazione di livello nazionale

Pubblicato il: 11/10/2021 – 9:49
La Calabria diventa capitale della gastronomia, domani e mercoledì la Festa del Cuoco

CATANZARO Domani, martedì 12 ottobre, e mercoledì 13 ottobre centinaia di chef provenienti da tutta Italia in Calabria saranno a Catanzaro e Soverato, in occasione della Festa nazionale del Cuoco. Un momento d’incontro della categoria con iniziative curate dall’Associazione dei Cuochi catanzaresi, dall’Unione regionale Cuochi Calabria con le sue associazioni e della Federazione Italiana Cuochi. Attesa la partecipazione d’istituzioni, enti associativi e personalità del settore per dar vita ad un programma d’incontri, dimostrazioni e degustazioni che, dopo il periodo di fermo pandemico, mettono al centro le esperienze gastronomiche e le cucine territoriali come cardine delle nuove forme di condivisione e ospitalità. Secondo quanto riporta una nota dell’organizzazione «l’edizione 2021 del raduno delle “berrette bianche” nei suggestivi ambienti del capoluogo calabrese offrirà, nelle sue piazze e ville storiche, nel bellissimo Teatro Politeama e negli straordinari paesaggi della Perla dello Jonio – Soverato – una rassegna di workshop e dimostrazioni, degustazioni a sfondo regionale e significativi momenti didattico formativi. Fra questi ultimi il convegno/dibattito sul tema: “Nuovi modelli locali dell’offerta gastronomica nella ristorazione Post Covid”: un tentativo di riflettere sul peso che avranno, dopo la crisi pandemica, i modelli locali o territoriali d’accoglienza e ristorazione, essendo di fatto offerte originali e sostenibili, lontane dall’omologazione e capaci di valorizzare le risorse più tipiche e peculiari dei nostri territori, sia dal versante delle produzioni agroalimentari che della pesca costiera. In questo senso la Festa del Cuoco, oggi più che mai, s’annuncia come l’esposizione di un vero mosaico di tradizioni e culture del gusto italiano per mettere a fuoco e immaginare i nuovi scenari della ristorazione Post Covid». I focus e le attività previsti in questa “due giorni” calabrese riguardano i modelli e le risorse locali di gastronomia nella ristorazione post Covid, workshop/laboratori dedicati ai giovani allievi degli istituti alberghieri e delle scuole primarie e secondarie del territorio, formazione cooking show e dimostrazioni sul palco, degustazioni e o proposte culinarie dai territori. Il programma prevede, tra i vari step, l’arrivo domani a Catanzaro con il raduno in piazza Matteotti e una sfilata nel centro storico della città, quindi il trasferimento a Soverato con la presentazione delle attività all’Anfiteatro del Lungomare e successiva degustazione. Mercoledì 13 ottobre appuntamento al Teatro Politeama di Catanzaro, con attività di formazione e cooking show e un dibattito sui modelli locali di gastronomia nella ristorazione post Covid e uno street food/degustazione in Villa Trieste.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x