Ultimo aggiornamento alle 7:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La precisazione

Neonato trasferito in urgenza a Roma, Asp di Catanzaro: «A Lamezia trattamento secondo le linee guida»

I vertici aziendali replicano alle accuse del “Tribunale dei diritti del Malato”: «Vicenda ricostruita non corrisponde al vero»

Pubblicato il: 21/10/2021 – 12:51
Neonato trasferito in urgenza a Roma, Asp di Catanzaro: «A Lamezia trattamento secondo le linee guida»

LAMEZIA TERME «Le competenze e le valutazioni mediche spettano soltanto al personale qualificato e preparato con conoscenze scientifiche, quali sono i medici e collaboratori sanitari presenti nelle strutture ospedaliere che non solo hanno la preparazione e specializzazione specifica ma soprattutto conoscono il quadro clinico del paziente che hanno in quel momento davanti e possono valutare ed agire con cognizione di causa e professionalità». È quanto afferma in una nota il management dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro in riferimento, si legge, «all’articolo pubblicato sugli organi di stampa il 19 ottobre 2021, relativo al caso del neonato nato a Lamezia e trasferito prima nell’Hub di riferimento e poi dal “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro all’Ospedale “Bambino Gesù” di Roma, con il quale il Tribunale dei Diritti del Malato- Cittadinanzattiva esprime ingiustificate illazioni sull’operato dei sanitari dell’Unità Operativa Complessa Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme».

«Le valutazioni che vengono tratte da Cittadinanzattiva di Lamezia Terme su quanto avvenuto nel caso specifico – sottolineano – non corrispondo al vero».

«Vogliamo rassicurare i cittadini – afferma il dott. Salvatore Iannelli, Direttore f.f. del reparto Ostetricia e Ginecologia – che se pur operando in condizioni di carenza d’organico e difficoltà strutturali, non ci sottraiamo al nostro dovere e garantiamo senza sosta l’assistenza ai nostri pazienti 24 su 24, l’operato dei sanitari e le scelte terapeutiche effettuate vengo ponderate con professionalità e coscienza»

«Inoltre voglio precisare – continua il dott. Iannelli – insieme ai miei collaboratori che nel caso specifico sono state messe in atto tutte le procedure e i comportamenti previsti dalle Linee Guida, e che tutte le pazienti che afferiscono all’Unità Operativa vengono prese in carico e attenzione in modo adeguato e preciso, sia nelle fasi di accesso al reparto che durante la degenza e la permanenza in reparto, senza distinzione alcuna»

«Ci auguriamo che, prima di diffondere notizie false e prive di fondamento – conclude la nota – associazioni come “Cittadinanzattiva” provvedano a verificare i fatti prima di diffondere una notizia priva di fondamento».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb