Ultimo aggiornamento alle 11:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le richieste

Calabria Verde, la Uil chiede un incontro a Occhiuto. «Responsabili scelti con una lettera»

Il segretario Bartoletti riporta «perplessità e disappunto» sulla modalità di gestione dell’ente

Pubblicato il: 02/02/2022 – 20:36
Calabria Verde, la Uil chiede un incontro a Occhiuto. «Responsabili scelti con una lettera»

CATANZARO La Uil Fpl chiede uno sforzo in più su Calabria Verde al governatore Occhiuto, pur «consapevole dello sforzo profuso per il reperimento di risorse aggiuntive da destinare alla forestazione in generale e all’Azienda Calabria Verde in particolare». Sforzo che nasce da «perplessità e disappunto sulle modalità di gestione dell’Ente. Si assiste, (vedi Determinazione dirigenziale n. 887 del 30 novembre 2021 organigramma funzionale del personale) – si legge in una nota – all’adozione di atti assunti dal dirigente al personale, quando, in conformità a quanto previsto dalla legge istitutiva dell’Azienda Calabria Verde, gli stessi dovevano essere adottati con atto del legale rappresentante dell’ente. Proprio in forza dei suddetti atti, si è provveduto a individuare i responsabili di unità organizzative, per le quali è prevista l’attribuzione della posizione organizzativa, senza alcuna procedura di evidenza pubblica».
«Addirittura – sottolinea Elio Bartoletti, segretario della Uil Fpl – si è proceduto ad individuare i responsabili dei distretti territoriali con “semplice lettera” senza provvedere nemmeno ad assumere un atto amministrativo in totale sfregio a qualunque consuetudine amministrativa e in evidente contrasto con quanto previsto dalla legge regionale 25/2013, istitutiva dell’Azienda Calabria Verde. Ad oggi, non si è neppure provveduto a nominare la delegazione trattante di parte pubblica per la contrattualizzazione decentrata degli anni 2020-2021-2022, non si sono avviate entro l’anno appena trascorso le procedure del le progressioni economiche orizzontali e verticali dei dipendenti con grave danno per gli stessi e rimane non eseguita, pur in presenza di una formale presa d’atto, la sentenza sulla Sorveglianza Idraulica».
«Infine – continua Bartoletti –, nessun atto conseguente è stato assunto, rispetto a quanto previsto nel Piano del fabbisogno 2021-2023 per ciò che attiene all’aumento delle ore per il personale ex Lsu-Lpu. Più volte questa organizzazione, nell’ambito di una costrittiva e fattiva dialettica, ha inoltrato, tramite le strutture territoriali ed aziendali, note con le quali le suddette problematiche sono state poste all’attenzione dei vertici dell’Ente ma, nostro malgrado, ad oggi nessuna risposta ci è stata fornita. Per quanto suddetto siamo oggi a chiederle un incontro urgente al fine di analizzare le problematiche che il comparto della Funzione Pubblica vive all’interno dell’Azienda Calabria Verde».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x