Ultimo aggiornamento alle 19:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il fatto di sangue

Delitto Tucci-Chiodo, le difese autorizzate a visionare i reperti balistici

La decisione della Corte d’Assise d’appello di Catanzaro. Il processo mira a far luce sul fatto di sangue consumatosi nel 2000 a via Popilia

Pubblicato il: 18/03/2022 – 7:10
Delitto Tucci-Chiodo, le difese autorizzate a visionare i reperti balistici

COSENZA La Corte d’Assise d’appello di Catanzaro (presidente Caterina Capitò) ha autorizzato gli avvocati Maria Rosa Bugliari e Francesco Boccia, difensori di Celestino Bevilacqua e Fiore Abbruzzese detto “Nino” a visionare ed esaminare con i consulenti i reperti balistici relativi al duplice omicidio di Aldo Benito Chiodo e Francesco Tucci. La richiesta, in un primo momento, era stata rigettata.

La condanna in Corte d’Assise

La Corte d’Assise del Tribunale di Cosenza, per il doppio delitto, aveva condannato all’ergastolo Fiore Abbruzzese, Antonio Abbruzzese e Celestino Bevilacqua mentre Luigi Berlingieri era stato condannato a 30 anni di reclusione e Saverio Madio alla pena di 28 anni e 6 mesi. Una prima verità giudiziaria messa nero su bianco a distanza di 20 anni dal fatto di sangue consumatosi a Via Popilia, in uno dei quartieri popolari di Cosenza, il 9 novembre del 2000. (f.b.)


Per approfondire

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x