Ultimo aggiornamento alle 7:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la denuncia

Mancano medicinali e materiale sanitario all’ospedale di Locri, esposto in procura della Uil

Il sindacato ha scritto tra gli altri anche al Ministero della salute, al presidente della Regione per «verificare fatti e responsabilità»

Pubblicato il: 25/03/2022 – 12:01
Mancano medicinali e materiale sanitario all’ospedale di Locri, esposto in procura della Uil

LOCRI La Uil ha inoltrato un esposto alla Procura della Repubblica ed alla Guardia di Finanza per segnalare la «carenza di materiale della farmacia del presidio ospedaliero Locri e di altre comunità dell’Asp di Reggio Calabria».
«Questa organizzazione sindacale – si legge nella nota inviata anche al Ministero della Salute, alla Corte dei Conti, al presidente della Regione e commissario ad acta, ai commissari dell’Asp – è venuta casualmente a conoscenza della segnalazione del direttore facente funzioni della farmacia ospedaliera di Locri, Ilario Simari, inoltrata al direttore sanitario facente funzioni, Salvatore Barillaro, con nota prot. n. 86 del 22.03.2022, con la quale si comunica, (nonostante le allarmanti precedenti note inviate in merito), che la farmacia stessa non sarebbe più in grado di fornire ai reparti ospedalieri l’approvvigionamento di materiale e/o presidi sanitari indispensabili a garantire l’assistenza sanitaria, la sicurezza per la salute e la vita stessa dei pazienti ricoverati o che si presentano al Pronto soccorso dell’ospedale di Locri».
«Poiché la segnalazione del direttore facente funzioni della farmacia potrebbe, more solito, rimanere inascoltata con conseguenze gravissime all’utenza, esponendo le persone in serio pericolo di vita a causa dell’ indifferente e grave responsabilità che rientrano nella conoscenza e corretta gestione del rischio clinico, l’organizzazione sindacale inoltra esposto al fine – riferisce ancora il comunicato stampa della Uil di Locri a firma del segretario provinciale Nicola Simone – di consentire l’eventuale verifica dei fatti per come accaduti e delle responsabilità in capo ai dirigenti coinvolti all’esito delle mancate verifiche e controlli previste in ambito ospedaliero, anche e soprattutto di quelle che rientrano nelle cosiddette “Raccomandazioni ministeriali” elaborate dal Ministero della Salute per la prevenzione degli incidenti sanitari che fin troppo spesso si concludono in atti di malasanità. Nel caso si dovessero riscontrare responsabilità penali, si chiede di procedere penalmente contro eventuali responsabili».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x