Ultimo aggiornamento alle 19:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

l’intervento

«Il nuovo Pd favorirà la partecipazione politica attiva dei cittadini catanzaresi»

La riflessione di Giovanni Vitale, componente dell’assemblea provincia del partito di Catanzaro, sul percorso dei dem e sulle Comunali

Pubblicato il: 27/03/2022 – 14:29
«Il nuovo Pd favorirà la partecipazione politica attiva dei cittadini catanzaresi»

CATANZARO «Il nuovo Pd favorirà la partecipazione politica attiva dei cittadini catanzaresi». Lo aggrega Giovanni Vitale, componente dell’assemblea aproviniale del Pd di Catanzaro. ««Non è possibile esimersi – afferma Vitale – dall’esternare alcune personali riflessioni su ciò che accade a Catanzaro riguardo alle dinamiche, alle aggregazioni ed alle scelte dei partiti, di varia estrazione, in vista dell’imminente competizione elettorale per il rinnovo della carica di Sindaco. Vivo è l’obbligo di intervenire e sottolineare che esistono giuste ragioni per invertire la rotta, impegnarsi in questa campagna elettorale ed archiviare la lunga esperienza dell’era Abramo/Tallini e di quella compagine che ha trasformato la classe politica cittadina in una combriccola (dis)impegnata nella disastrosa amministrazione della città, riducendola nello stato in cui oggi si trova. Occorre superare questa fase gestionale caratterizzata dalla presenza incombente dei cd. politici di professione, una sorta di consorteria che altro non ha fatto, in tutti questi anni, se non dividersi e contendersi il potere, non per servire gli interessi della collettività, ma quelli ristretti dei gruppi ai quali sono stati personalmente legati. Le scelte operate dal Pd, anche nello svolgersi dei recenti congressi, provinciale e cittadino, vanno nella giusta direzione: determinare e porre le basi per un reale cambiamento, anche nelle strutture organizzative del Partito Democratico a livello locale. Va detto, ad onor del vero, che le dispute e le discussioni intestine, avutesi in queste fasi, sono state forti, ma la contrapposizione è democraticamente rientrata, e la procedura congressuale è culminata con una sostanziale ed immediata riaggregazione dei protagonisti. A dimostrazione del fatto che è iniziata una nuova epoca per il Partito Democratico, caratterizzata da legittime e costruttive discussioni interne su impostazioni e linee programmatiche, da traslare in modo unitario, come azione, nell’ambito del quadro politico di riferimento». Secondo Vitale «il nuovo Pd, a Catanzaro come in provincia, farà sì, con le sue diramazioni territoriali, che una cittadinanza attenta agli sviluppi della cosa pubblica sia costantemente informata sui fatti politici e al corrente delle relative questioni. Solo così i cittadini saranno in grado di scegliere tra le diverse alternative programmatiche e, se lo vorranno, impegnarsi in forme dirette o indirette di partecipazione. Il Pd – grazie ai fondamentali contributi del nuovo Segretario provinciale, Domenico Giampà, e cittadino, Fabio Celia – sarà lo strumento attraverso cui le rappresentanze sociali potranno esprimere le proprie rivendicazioni ed i propri bisogni, partecipando alla formazione delle decisioni politiche. Grazie a questo processo democratico che preveda, tra l’altro, la scelta autonoma del personale politico a livello territoriale e la competizione elettorale, il Pd sarà in grado di costituirsi legittimo soggetto di azione politica. In tal modo potrà essere delegato ad agire nel sistema per assumere il potere e per governare la città, mediante la formazione di una valida classe dirigente. Il nuovo Pd si strutturerà in maniera tale da evitare le tendenze alla inamovibilità dei suoi membri ed alla prassi di un esercizio del potere che prevede la professionalizzazione e la stabilizzazione della leadership. Per questo – conclude Vitale – il Pd sarà impegnato ad incrementare il livello di partecipazione: più elevato ed intenso sarà il coinvolgimento dei cittadini, maggiore sarà il controllo sulla delega ad agire assegnata al partito, che dovrà tener conto delle esigenze e dei bisogni generali di aderenti, simpatizzanti e della cittadinanza tutta. In definitiva, il Pd si costituirà ex novo come strumento di democrazia, contribuendo a restituire alla città capoluogo di regione quel ruolo di centralità che le compete nella visione complessiva della politica regionale e nazionale. Per ora l’impegno sarà tutto incentrato sulla nuova campagna elettorale per il rinnovo degli amministratori comunali. E la scelta di Nicola Fiorita, come candidato a sindaco della città di Catanzaro, è in perfetta e coerente linea con gli innovativi intenti programmatici del Partito democratico».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x