Ultimo aggiornamento alle 21:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

emergenza sanità

Asp Catanzaro, il Pd di Lamezia si mobilita contro la “dissoluzione” del servizio del 118

Il partito insieme ai rappresentanti istituzionali dem chiederà un incontro con i vertici dell’azienda sanitaria provinciale

Pubblicato il: 02/04/2022 – 19:37
Asp Catanzaro, il Pd di Lamezia si mobilita contro la “dissoluzione” del servizio del 118

LAMEZIA TERME «Il Pd lametino, come preannunciato dal nuovo segretario, sta procedendo alla sua riorganizzazione interna mediante la costituzione dei dipartimenti tematici. Tenuto conto della grave crisi in cui versa la sanità lametina, unitamente al segretario si è riunito il dipartimento salute composto da Cesare Perri, Saverio Ferrari, Lorenzo Surace e Renato Zaffina. La riunione è stata utile per rimarcare in particolare lo stato emergenziale in cui sono costretti ad operare gli addetti al 118, in conseguenza della “dissoluzione” del servizio 118 dell’Asp di Catanzaro che, troppo spesso, è costretto ad operare senza la presenza di un medico». Lo riporta una nota del Pd di Lamezia Terme guidato da Gennarimo Masi. «Una pratica, questa, che mette costantemente a rischio la salute e la vita dei nostri concittadini, perché secondo le disposizioni ministeriali, un’ambulanza può viaggiare anche senza il medico a bordo, ma con personale specializzato, soltanto qualora l’intervento sia stato indicato dalla centrale operativa come “non grave”, mentre a fronte della segnalazione di un probabile codice rosso è sempre obbligatoria la presenza del medico nell’ambulanza o in un’automobile al seguito. Come stanno ripetutamente riportando gli organi di stampa – prosegue il Pd di Lamezia Terme – nell’Asp di Catanzaro (come purtroppo nel resto della Calabria) sono sempre più frequenti i casi in cui le ambulanze viaggiano senza medico a prescindere dal tipo di emergenza, e tutto questo con il rischio per il personale di incorrere in risvolti anche penali. A scopo esemplificativo si riporta dai tabulati che, con riferimento solo agli ultimi 5 giorni del mese di marzo, le due ambulanze dislocate per l’area montana del nostro territorio, come quelle a Falerna e a Lamezia, in diverse fasce orarie diurne e notturne, erano prive del medico. La gestione del Suem 118 da parte della direzione aziendale, indipendentemente dai motivi che l’hanno determinata, denota una gravissima inadempienza, che si aggiunge a tutte le altre. Una situazione emergenziale che, pur segnalata da diversi mesi da parte degli stessi medici del 118 dai sindacati, dal Codacons, da associazioni e da rappresentanti istituzionali, resta irrisolta. Si rileva, altresì, che appare assai probabile in tempi brevi l’abbandono del 118 da parte di molti medici, stressati e senza il dovuto riconoscimento economico». Nella nota il Pd lametino comunica che «stante l’insensibilità finora dimostrata da chi deve provvedere, e rilevando che spetta primariamente al sindaco, in quanto responsabile della salute dei cittadini nel proprio territorio, denunciare le ripetute inosservanze ed inefficienze nell’assistenza sanitaria, la commissione ha dato mandato al segretario del Pd cittadino, Gennarino Masi, di chiedere, di concerto con i consiglieri regionali Raffaele Mammoliti ed Ernesto Alecci e con la consigliera comunale Aquila Villella del Pd, un incontro urgente alla direzione aziendale dell’Asp di Catanzaro, al fine di pervenire ad un immediato superamento di tali gravi carenze e, qualora l’incontro non dovesse concludersi con l’assunzione di precisi impegni a difesa della martoriata e ormai rassegnata cittadinanza, ma solo con generiche e vaghe promesse, di denunciare la situazione ad ogni altro livello istituzionale, compreso quello giudiziario».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x