Ultimo aggiornamento alle 19:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

Inchiesta “Archimede”, assolta l’ex sindaco di San Nicola Arcella

La decisione del gup di Paola sulla posizione di Barbara Mele. Disposto il rinvio a giudizio per gli altri indagati

Pubblicato il: 12/04/2022 – 16:08
Inchiesta “Archimede”, assolta l’ex sindaco di San Nicola Arcella

COSENZA Il gup del tribunale di Paola ha assolto per «per non aver commesso il fatto» l’ex sindaca di San Nicola Arcella Barbara Mele (difesa dagli avvocati Giorgio Cozzolino e Vincenzo Adamo) coinvolta nell’inchiesta “Archimede” coordinata dalla Procura di Paola guidata da Pierpaolo Bruni ed eseguita dai militari della Compagnia Carabinieri di Scalea. Il giudice per le indagini preliminari ha disposto il rinvio a giudizio per tutti gli altri imputati: Tiziano Torrano; Pasqualino De Summa; Albina Rosaria Farace; Ritondale Enzo; Giuseppe Maurizio Arieta; Vincenzo Cristofaro; Alberto DeMeo; Francesco Astorino; Giovanni Amoroso; Giovanni Palmieri; Maria Mandato; Giuseppe Antonio Oliva; Virgilio Cordero; Vincenzo Perrone; Francesco Fullone; Renato La Sorte.

L’inchiesta “Archimede”

L’indagine ha ad oggetto una serie di presunti illeciti riguardanti procedure ad evidenza pubblica nel settore della depurazione. Chi indaga è convinto di aver scoperto presunte condotte collusive e fraudolente finalizzate ad avvantaggiare uno o più operatori economici con riguardo ad appalti e affidamento di servizi in diversi comuni dell’Alto Tirreno Cosentino tra cui San Nicola ArcellaDiamante Buonvicino, anche in violazione dei criteri di rotazione nell’affidamento di lavori e aggirando il dovere di effettuare indagini di mercato.

Gli avvocati: «Restituito onore alla storia di Barbara Mele»

Gli avvocati Vincenzo Adamo e Giorgio Cozzolino soddisfatti per l’esito, rilasciano la seguente dichiarazione: «Abbiamo sempre creduto nell’assoluta liceità delle condotte della nostra assistita, anticipando persino le tappe del procedimento attraverso la richiesta del giudizio abbreviato. Un approccio sereno alla lettura dell’intero fascicolo d’indagine, integrato dalle produzioni difensive, ha permesso di ottenere questo risultato, che restituisce onore alla storia familiare e di amministratore di Barbara Mele». (f. b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x