Ultimo aggiornamento alle 13:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il dialogo

Morte di David Rossi, quando Pittelli disse al suo legale: «È stato ucciso»

L’intercettazione agli atti dell’inchiesta Rinascita Scott. L’ex parlamentare: «Se riaprono l’indagine succederà un casino grosso»

Pubblicato il: 26/05/2022 – 15:51
Morte di David Rossi, quando Pittelli disse al suo legale: «È stato ucciso»

CATANZARO «E se riaprono l’indagine sulla morte di Rossi succedera’ un casino grosso. Se si sa chi lo ha ammazzato!». «Ma perché secondo te è morto per overdose di sostanze stupefacenti?!». «Non si è suicidato! non si è suicidato! Rossi non si è suicidato! Rossi è stato ucciso!». Così si esprime, il 30 marzo del 2018, l’ex parlamentare di Forza Italia Giancarlo Pittelli, riferendosi alla morte di David Rossi, l’ex capo area comunicazione di banca Mps precipitato dalla finestra del suo ufficio la sera del 6 marzo 2013.

L’intercettazione sul caso Montepaschi in Rinascita Scott

Pittelli sta parlando con l’avvocato Guido Contestabile, adesso suo difensore nel processo Rinascita Scott, non sapendo di essere intercettato dai carabinieri del Ros nell’ambito dell’inchiesta che ha portato poi al suo arresto nel dicembre del 2019. Pittelli e Contestabile discutono della situazione generale del Monte dei Paschi di Siena. «Il maggior lavoro – dice Pittelli – lo facevano con Monte dei Paschi… e Monte dei Paschi se ne è andata all’aceto… sta saltando Monte dei Paschi! hanno bruciato… hanno bruciato in quattro giorni tre milioni e mezzo di euro… tre miliardi e mezzo di euro! in borsa… dei folli sono». «eh – gli risponde Contestabile – ma lì… eh… la colpa ce l’ha… Visco ce l’ha… sul Monte dei Paschi… Renzi … Renzi e Visco ce l’hanno». «Non dovevano farlo… non dovevano… non dovevano finanziarlo!», aggiunge Pittelli. E quando Contestabile gli chiede «ma stai scherzando?!», Pittelli risponde parlando di Rossi «e se riaprono la… l’indagine sulla morte di Rossi succederà un casino grosso…». «Sistema! pure Calvi all’epoca si suicido’… con le tasche piene di pietre… te lo ricordi?», dice Contestabile. «Eh! Calvi! che epoca quella!». «Sindona che si è auto-suicidato in carcere con un caffè…», aggiunge Contestabile, al che Pittelli gli risponde «bravo!». Poi, dopo un ultima affermazione di Contestabile – «è notorio che in carcere entri la stricnina!» – i due cambiano argomento. (Ansa)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x