Ultimo aggiornamento alle 0:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La convocazione

Giunta Voce al secondo test in consiglio per il bilancio di previsione

Fissata per il prossimo 14 luglio l’assemblea cittadina di Crotone. Il sindaco Voce alle prese con i consueti “rebus” nella maggioranza

Pubblicato il: 04/07/2022 – 9:00
di Giuliano Carella
Giunta Voce al secondo test in consiglio per il bilancio di previsione

CROTONE Amministrazione Voce alla seconda verifica in consiglio comunale dopo aver passato a filo di voti l’approvazione del rendiconto d’esercizio per il 2021.
Su parere favorevole della Conferenza dei capigruppo (tenutasi lo scorso 30 giugno), infatti, il presidente del Consiglio, Giovanni Greco, ha convocato l’assemblea in sessione ordinaria per giovedì 14 luglio prossimo alle ore 15.30 (e, ove occorra, in seconda convocazione per il giorno successivo alle stesso orario).
Sono 11 i punti all’ordine del giorno del giorno fissati dalla conferenza dei capigruppo tra cui l’approvazione del Bilancio di previsione finanziario 2022-2024 che verrà preceduto in discussione dal Programma triennale dei Lavori pubblici 2022/2024 (con l’annesso elenco annuale delle opere pubbliche 2022) e dal Documento unico di programmazione (Dup) per il periodo 2022-2024. Per il resto si tratterà di approvare (o meno) debiti fuori bilancio e di recepire la Relazione annuale sullo stato della detenzione carceraria redatta dal Garante comunale dei diritti dei detenuti (avvocato Federico Ferraro).

I numeri della maggioranza sono risicati

Il sindaco Voce, è fatto noto, ha risolto parzialmente la crisi nella sua maggioranza e conterebbe adesso nel suo personalissimo scacchiere 17 consiglieri (potenzialmente) favorevoli. Si tratta esattamente della maggioranza più uno dei componenti dell’assise e che, in prima convocazione, fanno sì che si mantenga in aula il numero legale (mentre in seconda convocazione, questo, è raggiunto con la presenza di almeno un terzo dei consiglieri).
È questo un aspetto da non sottovalutare assolutamente a livello tecnico e politico. Già, perché proprio nella seduta dello scorso 29 giugno, l’amministrazione Voce ha ottenuto l’ok al Bilancio grazie all’aiuto «responsabile» del componente di minoranza Mario Megna (Forza Italia) che, al contrario dei propri colleghi, ha deciso di non abbandonare l’aula e, facendo così, ha mantenuto il numero legale per poi astenersi dal voto.
Un’eventualità, questa, che potrebbe ripetersi il 14 luglio? La domanda è d’obbligo visto l’andazzo altalenante della maggioranza.
È ancora presto, però, per dirlo visto che si contano una decina di giorni dalla seduta. Ulteriori strategie potrebbero entrare in campo. Ma potrebbe accadere che Voce potrebbe dover fare nuovamente i conti con assenze giustificate dei suoi in consiglio per motivi che esulano la sfera politica e rientrerebbero in quella personale.

L’ipotesi dell’ok in seconda convocazione

Del resto, quando i numeri sono a “filo” di maggioranza, l’inconveniente potrebbe palesarsi come un temporale estivo. Dal punto di vista del regolamento, stando ai numeri, la maggioranza potrebbe approvare il bilancio d’esercizio (e annessi) in seconda convocazione, allorquando i numeri richiesti sono alla propria portata.
Più che di un grattacapo algebrico, infatti, si trattere di una nuova debacle dal punto di vista politico. Sarebbe l’ennesima dimostrazione che la maggioranza va avanti arrancando e vivendo alla giornata.
Ai più non risulterebbe nemmeno una novità poi troppo eclatante, questa, visto che Peppino Vallone, prima, e Ugo Pugliese, poi, hanno spesso dovuto ricorrere alla seconda convocazione per ottenere l’approvazione dei rispettivi consigli.  
Di recente, però, il sindaco ha riconquistato alcuni pezzi del gruppo di “Un’altra Crotone” a seguito di una lunga concertazione (avuta anche con Forza Italia e il Pd in precedenza). L’appoggio dei consiglieri Nicola Corigliano e Vincenzo Familiari è però arrivato con riserva, dietro cioè la promessa del rilancio dell’azione amministrativa e di una rimodulazione in giunta. Che il prossimo consiglio non acceleri il concretizzarsi di una parte almeno di queste promesse per recuperare maggiore stabilità in consiglio?

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x