Ultimo aggiornamento alle 21:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

l’ordinanza

Lavoro vietato nei campi tra le 12,30 e le 16, i sindacati: «Scelta saggia e giusta»

Il governatore ha emanato il provvedimento sollecitato dai confederali. Sposato, Russo e Biondo: «Soddisfazione per i tanti lavoratori»

Pubblicato il: 13/07/2022 – 15:21
Lavoro vietato nei campi tra le 12,30 e le 16, i sindacati: «Scelta saggia e giusta»

CATANZARO «Il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto su richiesta di Cgil Cis Uil Calabria ha emanato l’ordinanza che vieta, con decorrenza immediata e fino al 31 di agosto le attività agricole nelle giornate ad alto rischio di calore termico dalle 12,30 alle 16,00. Le giornate individuate saranno monitorate dalle stazioni di vigilanza competenti. Una scelta saggia e giusta, già operativa in Puglia e Basilicata che abbiamo chiesto per le tante lavoratrici e lavoratori del settore, impegnati in intensa attività fisica ad alta esposizione sotto il sole cocente che accogliamo con soddisfazione». Lo affermano in una nota i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo.
«È vietato il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole – recita l’ordinaza – dalle ore 12,30 alle ore 16, con efficacia immediata e fino al 31 agosto 2022, sull’intero territorio regionale nelle aree o zone interessate dallo svolgimento di lavoro nel settore agricolo». Il provvedimento prevede anche sanzioni nel caso fosse denunciata l’inosservanza.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x