Ultimo aggiornamento alle 7:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’evento

D’Ippolito apre a Lamezia lo sportello “Emergenza Bollette”. «Ridurre difficoltà di imprese e famiglie»

«Basta con le chiacchiere, le distrazioni e gli argomenti futili», ha sottolineato il deputato di Impegno Civico

Pubblicato il: 09/09/2022 – 19:54
D’Ippolito apre a Lamezia lo sportello “Emergenza Bollette”. «Ridurre difficoltà di imprese e famiglie»

LAMEZIA TERME «Emergenza Bollette è il centro di assistenza gratuita che ho aperto a Lamezia Terme per ridurre le difficoltà causate dall’aumento incessante di gas e luce. Ora gli utenti dei servizi elettrici e del gas hanno un riferimento preciso: io sono a loro completa disposizione per tutte le pratiche volte a ottenere i vari bonus, elettrico, fotovoltaico ed eolico, previsti nella legge di Bilancio 2022 e per programmare l’impego delle fonti rinnovabili attraverso l’autoproduzione, l’autoconsumo e le comunità energetiche». L’ha detto il deputato di Impegno Civico e candidato al Senato Giuseppe d’Ippolito, durante l’incontro pubblico «Territorio e Politica nell’emergenza bollette», moderato dal giornalista Ugo Floro e tenuto nel tardo pomeriggio del 9 settembre nell’area pedonale di corso Nicotera. «Basta con le chiacchiere, le distrazioni e gli argomenti futili», ha sottolineato il deputato di Impegno Civico, accusando il centrodestra e il Movimento 5 Stelle di «ignorare volutamente il rincaro continuo di luce e gas, poiché legato all’irresponsabilità imperdonabile di Salvini, Berlusconi e Conte». «Né questi tre incoscienti politici né i loro candidati – ha osservato D’Ippolito – parlano dell’impennata delle bollette e di come fermarla. Si capisce: proprio loro hanno contribuito al peggioramento della situazione, provocando le elezioni anticipate per puro calcolo elettorale e meri interessi di potere. Sindacati e imprenditori calabresi hanno lanciato un appello all’intervento su gas e luce. Noi l’abbiamo colto e abbiamo risposto con i fatti, come aveva anticipato il ministro Luigi Di Maio. Inoltre, noi proponiamo un decreto, da varare appena dopo il giuramento del nuovo governo, per tagliare i costi delle bollette con ingenti risorse dello Stato. Proponiamo, inoltre, la fissazione di un tetto massimo al prezzo del gas e l’azzeramento dell’Iva per tutti i beni primari, dal pane ai farmaci». «Sono a rischio migliaia di posti di lavoro, il futuro di tante imprese e di oltre un quarto della popolazione calabrese. Con le bollette alle stelle, l’inflazione incontrollata e la debolezza della politica, se non ci saranno interventi forti come quelli che proponiamo, la ‘ndrangheta – ha concluso D’Ippolito – allungherà i tentacoli negli appalti pubblici, nei Comuni e nella vita dei cittadini».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x