Ultimo aggiornamento alle 20:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La riflessione

«La politica catanzarese a difesa dell’Università»

La facoltà di Medicina compatta la politica catanzarese che dà un segnale importante alla Calabria facendo convergere tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale a fare quadrato attorn…

Pubblicato il: 24/09/2022 – 8:00
di Franco Scrima*
«La politica catanzarese a difesa dell’Università»

La facoltà di Medicina compatta la politica catanzarese che dà un segnale importante alla Calabria facendo convergere tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale a fare quadrato attorno all’Università “Magna Grecia”.
Il Presidente del Consiglio comunale, Bosco, convocherà il Consiglio in questa settimana proponendo agli schieramenti di maggioranza e di opposizione di approvare una mozione unitaria e di accogliere la richiesta che ai lavori partecipino sia il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, sia i Rettori delle Università della Calabria.
Sarà l’occasione per ribadire che l’unica facoltà di Medicina e Chirurgia della Calabria è e rimarrà a Catanzaro; ma ciò non significa che non possa essere aperto un dialogo tra gli atenei calabresi in funzione di una crescita complessiva dell’offerta universitaria nella Regione.
La determinazione di riunire le forze politiche locali e regionali è un’occasione voluta per ribadire che l’unica facoltà di Medicina e Chirurgia della Calabria è ed intende restare a Catanzaro e che la crescita complessiva di tutte le istituzioni universitarie, presenti sul territorio regionale, passano attraverso il dialogo e il confronto.
La compattezza dello schieramento politico-amministrativo di Catanzaro sicuramente è un evento senza precedenti nella storia democratica della Città, il che sta a significare la determinazione con la quale si intende difendere le istituzioni presenti sul territorio.
È la prima volta che l’Amministrazione comunale di Catanzaro decide di affrontare un problema in maniera così compatta, seppure articolato, senza distinzioni ideologiche che avrebbero potuto rendere strumentale la decisione. Spicca su tutto il diritto della Città capoluogo di regione nella difesa di quanto da tempo acquisito. E che non intende concedere “scampoli” a nessun’altro che abbia potuto pensare di sopraffarla ancora una volta, dirottando per altre vie ciò che a Catanzaro, è già una realtà consolidata e prestigiosa.
Superata la vicenda della facoltà di Medicina ce ne sarà un’altra pronta da risolvere, quella dell’informazione televisiva della RAI regionale. Catanzaro deve avere un redazione decentrata e un centro di riversamento delle immagini per poter essere presente quotidianamente nel palinsesto dei telegiornali regionali.
Ci siamo immessi su una strada poco “battuta” se non trascurata. Si tratta solo di volerla percorrere nel migliore dei modi, senza conflittualità, ma con obiettività, determinazione e competenza.
Poter dire che qualcosa si muove anche per Catanzaro; qualcosa che inorgoglisce le persone e rafforza il senso dell’appartenenza. C’è da fare quadrato attorno a questo Consiglio Comunale che ha dimostrato di saper superare anche le ideologie pur di difendere i valori della Città.
Questa amministrazione comunale ha deciso di reagire e di allargare la protesta senza riti pomposi, muovendosi all’interno della sua assise politica: il Consiglio comunale che, per la prima volta si è aperto compatto per la difesa della sua Università.
Per la prima volta, nella storia repubblicana dell’Istituzione, è venuto un segnale di unità che non si avvertiva da decenni. Esso è un sintomo importante che, da un lato, inorgoglisce e, dall’altro, dà un segnale di unità, forse addirittura inedita. Così anche la forma diventa sostanza! E non è un’opinione, ma un dato di fatto, un segnale che deve far pensare che non è più il tempo di mettere le mani sulle cose degli altri.
*giornalista

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x