Ultimo aggiornamento alle 21:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il progetto

Aeroporto di Lamezia: 119,5 milioni per la “rivoluzione” attesa da decenni – GLI INTERVENTI

Previsti 75 milioni per lo sviluppo dell’aerostazione passeggeri. Altri 7 milioni per la riqualifica ambientale della fascia costiera nord

Pubblicato il: 04/10/2022 – 16:17
di Giorgio Curcio
Aeroporto di Lamezia: 119,5 milioni per la “rivoluzione” attesa da decenni – GLI INTERVENTI

LAMEZIA TERME Un accordo che arriva a sorpresa ma accolto con entusiasmo e, soprattutto, con tanta speranza. Quella cioè di assistere, dopo tantissimo tempo ed entro 24 mesi, ad una vera riqualificazione (e rinascita) degli aeroporti calabresi. Il Cis “Aeroporti Calabria” da oltre 215 milioni di euro portato a casa dal presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto e illustrato questa mattina insieme all’amministratore unico di Sacal, Marco Franchini, è a tutti gli effetti la svolta che si attendeva, soprattutto dopo due anni di crisi e contrazioni dei volumi dei traffici aerei che, in Calabria, si traducono in turismo e crescita occupazionale. Risorse che provengono dalla Regione per 130 milioni, dalla Sacal per 60 milioni e da un emendamento proposto da Francesco Cannizzaro, per 25 milioni.

L’aeroporto di Lamezia Terme

La si può definire “rivoluzione”, nei tempi e nei modi previsti, soprattutto per l’aeroporto internazionale di Lamezia Terme, lo scalo che più di tutti rappresenta la vera «porta d’accesso» della Calabria. Inaugurato nel 1976 e con i primi lavori di adeguamento e ammodernamento che risalgono al 1982, ben quarant’anni fa, la scalo lametino è a tutti gli effetti il volano del turismo calabrese ma anche il simbolo di quella mancata ristrutturazione attesa da anni: una pioggia di milioni di euro per la creazione della nuova «aerostazione» di cui, finora, neanche l’ombra.

La «porta della Calabria»

All’aeroporto internazionale di Lamezia Terme, ora, saranno destinati 119,5 milioni di euro. E non è un caso se la fetta più cospicua spetterà allo scalo lametino che, per volumi registrati, è di gran lunga il primo in Calabria. E i dati che si riferiscono ad agosto 2022 lo certificano: 309.343 passeggeri e 2.201 movimenti registrati, con un +14% generale e un +38,3% sui voli internazionali con 97.835 passeggeri.

Gli interventi

Gli interventi previsti sono molteplici e riguardano diversi ambiti che ne cambieranno, in prospettiva, aspetto e funzionalità, garantendo al contempo servizi di gran lunga migliori rispetto a quelli offerti attualmente. Si parte dai primi 75 milioni di euro che saranno destinati allo sviluppo dell’aerostazione passeggeri. Tradotto: un nuovo terminal partenze, l’adeguamento antisismico dell’aerostazione esistente, la riconfigurazione terminal arrivi e la riqualifica di curbside, airside e landside.

Previsti, poi, altri 10 milioni di euro per gli interventi per la security e la digitalizzazione dell’aerostazione passeggeri; altri 12 milioni per la riqualifica della viabilità d’accesso e delle aree di sosta; 5 milioni di euro per la realizzazione dell’area destinata ai servizi di handling e cargo con viabilità dedicata.

Strategica poi la riqualifica ambientale della fascia nord dell’aeroporto. Qui l’investimento previsto è pari a 7 milioni di euro. Fondi che serviranno a realizzare una pista ciclabile per la valorizzazione ecosostenibile della fascia costiera, con due “polo bike”, realizzazione di spiagge attrezzate, “Polo della vela” dei laghi “La La Vota”. Un progetto quasi avveniristico, ma che permetterebbe una vera rinascita della fascia costiera tirrenica che tocca i Comuni di Lamezia Terme e Gizzeria.

Non meno importante, poi, il potenziamento delle reti dei sottoservizi e degli impianti tecnologici, in questo caso il finanziamento previsto è di 4 milioni di euro. Un milione di euro, invece, per l’adeguamento antisismico del distaccamento dei Vigili del fuoco, 500 mila euro per l’adeguamento tecnologico delle luci di bordo e i signs di movimento e 5 milioni di euro per la riqualifica della torre serbatoio. Insomma, la rivoluzione epocale attesa da anni. Per portarla a compimento servirà attenderne altri due. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x