Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

maltempo

Neve e forte vento in Calabria. Mareggiate sul Tirreno. Crolla facciata di una chiesa nel Cosentino – VIDEO

Pioggia mista a neve anche a nord di Catanzaro, imbiancata la presila. A Lattarico danni al luogo di culto

Pubblicato il: 21/01/2023 – 10:54
Neve e forte vento in Calabria. Mareggiate sul Tirreno. Crolla facciata di una chiesa nel Cosentino – VIDEO

Nevica da ore su principali rilievi della Calabria, dove le temperature in alcune località montane sono scese anche al di sotto dello zero. Dal Pollino alla Sila, grande e piccola, dalle Serre all’Aspromonte nella notte si registrano intense precipitazioni nevose che non hanno risparmiato anche i comuni della zona pedemontana fino a 700-800 metri di altezza. Pioggia mista a neve anche sulla zona nord di Catanzaro mentre molti dei comuni della Presila sono imbiancati. Vento forte e mare molto mosso sulle coste del Tirreno, in particolare nella zona del cosentino, dove alcuni sindaci, alla luce delle allerte lanciate nelle scorse ore, hanno deciso di chiudere il lungomare. I provvedimenti sono stati adottati a Paola e Fuscaldo. Anche a Diamante si è provveduto a limitare il transito in alcune zone della cittadina. Agitato anche parte del bacino ionico, nel crotonese. Sul resto della regione, soprattutto nella parte centrosettentrionale, piove dalla notte ma non sono mancate delle schiarite. Dalla Protezione civile regionale non si segnalano, al momento, situazioni di particolare problematicità ma qualche danno nelle zone costiere: a Nocera Terinese la mareggiata ha distrutto quel che restava del lungomare, onde alte anche aD Amantea,. La neve caduta nelle principali località montane fa bene sperare amanti degli sport invernali e operatori turistici di Camigliatello, Lorica e Villaggio Palumbo in vista dell’apertura degli impianti dopo un mese di dicembre piuttosto asciutto e avaro di precipitazioni. Analoga situazione riguarderà anche le piste di Gambarie d’Aspromonte. In provincia di Vibo Valentia, nel territorio di Serra San Bruno a causa della abbondante nevicata i vigili del fuoco hanno effettuato interventi relativi a rami ed alberi caduti su sede stradale: non risultano danni a persone.

Neve nella Presila catanzarese

Crolla facciata della chiesa del Pettoruto a Lattarico

E’ crollata nella notte, molto probabilmente a causa della pioggia che da più giorni sta imperversando nella zona, la facciata della chiesa della Madonna del Pettoruto a Lattarico, in provincia di Cosenza. Ingenti i danni, ma nessuna conseguenza per le persone. L’edificio sacro, ridotto da tempo ad un rudere, si trova in località “Casalicchio ed è di proprietà della Curia. Il traffico nei pressi dell’area interessata dal crollo è stato interdetto su disposizione dell’Amministrazione comunale per il rischio di ulteriori situazioni di pericolo. “È stato un colpo al cuore – ha dichiarato la sindaca di Lattarico Antonella Blandi – nelle macerie ci sono anche le campane. Sono profondamente dispiaciuta perché mi sono battuta tanto tempo per recuperare la chiesa e avevo anche ottenuto dei fondi per avviare i lavori, ma purtroppo le intemperie e le lungaggini burocratiche hanno avuto la meglio. Ora quei fondi non basteranno più, ma combatterò fino alla fine per ripristinare la nostra chiesa. Ho già interessato il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto – ha aggiunto la sindaca – che si è reso disponibile a trovare una soluzione”. La Chiesa della Madonna del Pettoruto è stata costruita tra la fine del XVII secolo e la prima metà del XVIII secolo. Si presentava con una unica navata come tante chiese costruite successivamente alla Controriforma ed aveva una facciata disegnata da due grandi lesene laterali, presentava un ampio portale con frontone spezzato e due piccole nicchie-esedre nelle quali erano probabilmente alloggiate due statue di santi. Aveva già subito nel corso dei secoli passati eventi disastrosi: i primi due durante il terremoto del 1763 nella Valle Crati e poco dopo il terremoto del 1783, ultimo evento che ha causato danni è stato il terremoto del 1908. 

Gli effetti della mareggiata a Nocera Terinese
Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x