Ultimo aggiornamento alle 14:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’inaugurazione

Nuovi bus e treni di Ferrovie della Calabria, Occhiuto: «Il segno di una Regione che non sta ferma»

A Vaglio Lise la presentazione del nuovo e sostenibile parco mezzi. L’annuncio del governatore: «Collegheremo tutti gli hub turistici»

Pubblicato il: 01/02/2023 – 13:38
di Fabio Benincasa
Nuovi bus e treni di Ferrovie della Calabria, Occhiuto: «Il segno di una Regione che non sta ferma»

COSENZA Sostenibili, green e pronti a rendere efficiente il sistema di traporto pubblico locale regionale. 36 nuovi bus Iveco e tre treni Stadler, da oggi, saranno gradualmente inseriti nel parco mezzi di Ferrovie della Calabria che grazie al contributo della Regione ha investito circa 600milioni euro. Questa mattina, il Presidente della Regione, Roberto Occhiuto, l’Assessore regionale ai Trasporti Emma Staine e l’amministratore delegato di Ferrovie della Calabria Ernesto Ferraro hanno inaugurato il parco mezzi e illustrato i progetti futuri nel piazzale della stazione di Vaglio Lise a Cosenza.

«Un tpl degno di una Regione civile»

«Occorre migliorare il trasporto pubblico locale, renderlo sostenibile e soprattutto occorre dare ai cittadini un servizio degno di una Regione civile. Quindi sono molto contento di questo investimento che rinnova sostanzialmente gran parte del parco autobus di Ferrovie della Calabria», dice il governatore Occhiuto. «Sono molto contento anche del locomotore ibrido che funzionerà ad alimentazione diesel ed elettrica. So che sono previsti ulteriori investimenti e questo è il segno di una Calabria che non sta ferma. È proprio il caso di dirlo, si muove all’insegna della mobilità sostenibile, ma anche all’insegna del miglioramento degli standard qualitativi per il trasporto pubblico locale», continua il presidente.

Mobilità interna e ricettività

L’investimento avrà effetti e importanti ricadute anche per il settore turistico. Migliorare i collegamenti, renderli fruibili è il primo e fondamentale passo per poter migliorare l’offerta e la ricettività. «E’ opportuno lavorare anche sulla mobilità interna per i turisti – dice Occhiuto – Oggi, se un turista visita Tropea e vuole raggiungere il museo dei Bronzi non sa come fare. Ho chiesto a Ferrovie della Calabria di lavorare a questo progetto e stiamo mettendo in campo una serie di iniziative per costruire un centro di collegamento tra gli hub infrastrutturali al servizio del turismo: gli aeroporti, le ferrovie e gli hub turistici veri e propri». Quali? «Gli scavi di Sibari, Crotone con i segni della presenza di Pitagora ed ancora i Bronzi di Riace, la Grotta del Romito ed infine i percorsi del turismo religioso».

I progetti futuri

E’ l’ingegnere Ernesto Ferraro, amministratore di Ferrovie della Calabria, ad annunciare i progetti futuri legati al potenziamento dei collegamenti regionali grazie ai nuovi mezzi messi a disposizione. «A luglio arriveranno altri bus che rimpolperanno ulteriormente il parco automezzi a disposizione e gradualmente sostituiremo i vecchi pullman in servizio sul territorio regionale». Ma vi è di più. «C’è la volontà di investire nella tratta Cosenza-Catanzaro per rendere il capoluogo raggiungibile dalla città dei bruzi in un’ora e mezza grazie al treno ibrido e ai bus appena acquistati». E poi, infine, Ferraro annuncia un ulteriore investimento che riguarderà «un centro ad idrogeno che sorgerà proprio a Vaglio Lise».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x