Ultimo aggiornamento alle 22:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il verdetto

Reset, intercettazioni «confusionarie»: annullata la misura cautelare per Maione

La decisione della Cassazione sulla posizione dell’uomo indagato per concorso morale in lesioni. Annullamento senza rinvio

Pubblicato il: 29/03/2023 – 10:47
Reset, intercettazioni «confusionarie»: annullata la misura cautelare per Maione

COSENZA La Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio per la posizione di Massimo Maione, indagato nell’operazione Reset coordinata dalla Dda di Catanzaro. Maione rispondeva in concorso con Mario Piromallo detto Renato del capo 112 della rubrica imputativa ovvero per aver concorso moralmente nelle lesioni perpetrate ai danni di Alessandro Morrone. Si tratta di lesioni aggravate dal metodo e dall’agevolazione mafiosa. La difesa ha sempre sostenuto, sin dal Riesame, come il compendio intercettivo non fosse sufficiente a dimostrare il concorso di Maione.
La Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio il provvedimento cautelare poiché le intercettazioni erano «confusionarie» (parola utilizzata dal Procuratore Generale) e, pertanto, inidonee a fondare la colpevolezza del Maione. Il Collegio difensivo è composto dagli avvocati Giorgia Greco, Enzo Belvedere e Tanja Argiró. (f. b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x