Ultimo aggiornamento alle 7:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la sentenza

Reggio Calabria, danneggiamento beni assicurati: assolti in quattro

Coinvolti in un presunto raggiro che, secondo l’accusa, avrebbe fruttato proventi per oltre cinquantamila euro

Pubblicato il: 07/04/2023 – 21:44
Reggio Calabria, danneggiamento beni assicurati: assolti in quattro

REGGIO CALABRIA Due medici ed un infermiere del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria, Bruno Falcomatà, Giuseppe D’Ascoli e Nicola Gullì, sono stati assolti dal Tribunale di Reggio Calabria in composizione monocratica (giudice Margherita Berardi) dalle imputazioni di danneggiamento fraudolento di beni assicurati, falsità materiale e ideologica in atti pubblici ed accesso abusivo a sistemi informatici. É stata assolta anche una donna, Caterina Gangemi, coinvolta nella vicenda perché accusata di avere denunciato un falso incidente stradale. I quattro erano stati coinvolti, nel novembre del 2019, in un’indagine della Guardia di finanza denominata “Assicurato” che ha avuto come oggetto un presunto raggiro ai danni di alcune compagnie di assicurazione che, secondo l’accusa, avrebbe fruttato proventi illeciti per oltre cinquantamila euro. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna di Falcomatà, Gullì e Caterina Gangemi, mentre si era pronunciato per l’assoluzione nei confronti di D’Ascoli, che in passato è stato consigliere comunale a Reggio Calabria del centrodestra. Gli imputati sono stati difesi dagli avvocati Francesco Calabrese, Alba Nucera, Giuseppe Alvaro, Giacomo Iaria e Aldo Labate.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x