Ultimo aggiornamento alle 21:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

La vertenza

Gestione dei rifiuti a Catanzaro, la Alli licenzia la metà degli operai

La ditta ha comunicato l’avvio della procedura a 18 dipendenti. I sindacati proclamano lo stato di agitazione

Pubblicato il: 14/04/2023 – 15:22
Gestione dei rifiuti a Catanzaro, la Alli licenzia la metà degli operai

CATANZARO Diciotto licenziamenti tra i lavoratori di Alli Scarl, ditta che gestisce l’impianto di trattamento rifiuti di Catanzaro presso la omonima località. Con una lettera formale l’azienda ha annunciato l’avvio della procedura di licenziamento collettivo di 18 lavoratori, più del 50% della forza lavoro che fino ad oggi contava su 33 dipendenti.
Le organizzazioni sindacali di riferimento, Fp Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti avevano già ad inizio aprile richiesto un incontro ad Arrical, l’autorità Rifiuti e Risorse idriche Calabria, senza peraltro ancora alcun riscontro.
Secondo le sigle il provvedimento è iniquo in quanto il licenziamento non è in linea con i principi di legge che normano impianti in ammodernamento con quello di Alli. È stato proclamato pertanto lo stato di agitazione in attesa di una prima giornata di sciopero, con la richiesta di un tavolo di raffreddamento presso la Prefettura di Catanzaro. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x