Ultimo aggiornamento alle 18:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la proposta

«Sulla statale 107 c’è un problema di sicurezza. E l’Anas deve intervenire»

Ignorare ancora sarebbe incosciente, disumano, imperdonabile. Le tragedie umane ci richiamano sempre alla responsabilità; ci inducono a riflettere sugli errori collettivi, sulle dimenticanze, sull…

Pubblicato il: 04/05/2023 – 12:00
di Emiliano Morrone
«Sulla statale 107 c’è un problema di sicurezza. E l’Anas deve intervenire»

Ignorare ancora sarebbe incosciente, disumano, imperdonabile. Le tragedie umane ci richiamano sempre alla responsabilità; ci inducono a riflettere sugli errori collettivi, sulle dimenticanze, sull’indifferenza, sul silenzio e sull’immobilismo generali del nostro tempo, dominato da frenesia e superficialità dilaganti che ci rendono ciechi rispetto ai pericoli, incapaci di prevenire i rischi pur se evidenti e risaputi. 
L’incidente stradale di ieri al chilometro 83 della Statale 107 Silana-Crotonese è il più scioccante fra quelli avvenuti in quel tratto. Un uomo di 63 anni ha perso la vita e, in modo indescrivibile, l’integrità del proprio corpo. Secondo una testimonianza raccolta sul posto dal Corriere della Calabria, la sua auto è sbandata in direzione Crotone nella curva a sinistra in corrispondenza di quel fatale chilometro 83, con una pioggia fitta, fissa, abbondante, insidiosa. La magistratura farà luce sulla vicenda, ma noi non possiamo scordarla per abitudine né fingere che lì, in quel pezzo di strada, non servano interventi e correttivi per evitare che si ripetano fatti analoghi.
In passato, diversi automobilisti avevano perduto il controllo del proprio veicolo ed erano morti o finiti in ospedale; per esempio, una madre di famiglia, una vigilessa e una funzionaria pubblica. La cronaca racconta di altri gravi sinistri lì a Garga, a breve distanza e appena dopo; nello specifico sul rettilineo tra Montoliveto e San Bernardo, in cui restano segni di lutti collettivi, e su quello di Garga, seguito da un dosso che diminuisce la visibilità stradale. Peraltro, tra Garga e la vicina località Cuturelle, lungo la 107 si assiste, attoniti ed impotenti, a frequenti inversioni di marcia espressamente vietate.
L’Anas può e deve rivedere la sicurezza stradale nell’area montana della Statale Silana-Crotonese. Perché la vita umana è molto più importante dei bilanci, delle complicate procedure burocratiche e degli eterni discorsi all’italiana sulle differenti competenze amministrative. L’Azienda nazionale autonoma delle strade statali abbia il coraggio, la prontezza e il polso dell’iniziativa: avvii una campagna di sensibilizzazione pubblica per spiegare ai cittadini che la 107 è una strada a scorrimento lento, al contrario di quanto lascia intendere qualche opinionista in cerca di ribalta. L’Anas piazzi o faccia piazzare subito apparecchi per il controllo della velocità, da limitare in più punti. Nessuno affermi, poi, che non avevamo segnalato a chiare lettere le necessità, le priorità del caso.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x