Ultimo aggiornamento alle 22:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

dalla regione

Lotta alla maladepurazione, corsa contro il tempo e nuovi fondi in arrivo

La Giunta vara la “fase due” della strategia “tolleranza zero” stanziando oltre 18 milioni per interventi da realizzare prima dell’inizio dell’estate

Pubblicato il: 06/05/2023 – 13:21
Lotta alla maladepurazione, corsa contro il tempo e nuovi fondi in arrivo

CATANZARO È una corsa contro il tempo, da concludere «compatibilmente con l’inizio della prossima stagione estiva». La Regione Calabria a guida Roberto Occhiuto stringe i tempi nella lotta alla maladepurazione mettendo in campo la fase due della strategia “tolleranza zero”, una strategia che si concretizza nello stanziamento di oltre 18 milioni: nelle scorse settimane l’esecutivo ha infatti rastrellato ulteriori risorse – 5,5 milioni – dalle economie del Pac 2007-2013 (Piano di azione e coesione), procedendo a una riformulazione del piano finanziario esaminata anche dalla seconda commissione del Consiglio regionale  per il parere di competenza. La strategia prevede la prosecuzione degli interventi sulla costa tirrenica, individuata lo scorso anno come la fascia di maggiore criticità, ma si estende anche da altri comuni della regione. La delibera di Giunta, proposta dall’assessore Marcello Minenna, prende le mosse da una nota inviata dal dg del Dipartimento Ambiente della Regione del 19 aprile, nota nella quale «è rappresentata l’urgenza di attivare le ulteriori attività programmate in considerazione della necessità di conseguirne i sottesi obiettivi compatibilmente con l’inizio della prossima stagione estiva». Nel dettaglio – si legge – il programma «contempla interventi finalizzati all’ottimizzazione e al riefficientamento degli impianti di depurazione e delle stazioni di sollevamento dei Comuni costieri. In particolare, si prevedono: sostituzione e/o riparazione di pompe di sollevamento, smaltimento e trattamento dei fanghi di depurazione e delle sabbie, ripristino parti elettromeccaniche dei depuratori, fornitura e posa in opera di apparecchiature elettromeccaniche, riparazione di carpenteria metallica delle unità depurative o degli impianti di sollevamento, fornitura e posa in opera di serbatoi di stoccaggio e di reagenti, manutenzione straordinaria per l’efficientamento e la messa in funzione dei sistemi depurativi nei comuni della costa tirrenica (Catanzaro, Cosenza, Vivo Valentia) e della Regione Calabria, manutenzione straordinaria per l’efficientamento e la messa in funzione del sistema fognario delle frazioni marinare di Vibo Valentia e manutenzione straordinaria per il ripristino delle barriere filtranti in prossimità del fiume Mesima per il processo depurativo delle acque provenienti dagli scarichi dei comuni privi di depurazione». Gli interventi previsti sono oltre 500 tra impianti di depurazione, stazioni di sollevamento, per complessivi 18,5 milioni. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x