Ultimo aggiornamento alle 22:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

IL CASO

Crollo sulla Sila Mare, l’appello di Pirillo a Salvini: «Si faccia un decreto per Longobucco»

Il sindaco del comune cosentino teme l’isolamento e si rivolge al ministro e al presidente Occhiuto: «Il nostro paese non deve morire»

Pubblicato il: 07/05/2023 – 15:34
Crollo sulla Sila Mare, l’appello di Pirillo a Salvini: «Si faccia un decreto per Longobucco»

LONGOBUCCO «Un appello al ministro Salvini e al presidente della Regione Calabria. Un paese come Longobucco non deve morire, per questo chiedo a loro di far sì che questa situazione non continui. Credo al ministro Salvini di fare un decreto per Longobucco, per la messa in sicurezza di questo viadotto. Abbiamo tutto il territorio comunale che è a rischio idrogeologico. E’ l’appello che il sindaco di Longobucco, Giovanni Pirillo, dai microfoni del Tgr Calabria, lancia all’indomani del crollo del viadotto sulla strada Sila Mare che sta determinando molti disagi alla popolazione. Già nelle ore immediatamente successive al collasso strutturale dell’arteria Pirillo aveva sollecitato le istituzioni competenti: «Non lasciateci soli», aveva sostenuto il primo cittadino. Intanto si prepara la manifestazione del 12 maggio nella quale la comunità di Longobucco si mobiliterà per chiedere strade ma anche altre infrastrutture compresi ambulatorio e scuola. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x