Ultimo aggiornamento alle 17:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

impegno sociale

Bullismo e cyberbullismo, premiati gli studenti che hanno partecipato al progetto “Vicino a te…”

L’iniziativa realizzata dal Centro Calabrese di Solidarietà di Catanzaro in collaborazione con vari partner

Pubblicato il: 03/06/2023 – 11:03
Bullismo e cyberbullismo, premiati gli studenti che hanno partecipato al progetto “Vicino a te…”

CATANZARO Volge al termine il progetto “Vicino a te..”  finanziato dall’Impresa Sociale Con I Bambini (Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile) a valere sul bando “Un passo Avanti” – che il Centro Calabrese di Solidarietà ha realizzato in collaborazione con il Centro Giustizia Minorile per la Calabria, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, il Tribunale per i minorenni di Catanzaro, l’Università di Bologna Dipartimento di Psicologia, l’Associazione culturale Kinema, la Cooperativa Meet Project, l’ASD Catanzaro Rugby, l’ASD Catanzaro Basket, l’ASD Pantere Nere, l’associazione CAM Gaia, l’IC Casalinuovo e l’IC Mattia Preti . Il progetto è stato rivolto a favore di minori nel target compreso tra i 6 e i 17 anni (compresi quelli in carico all’A.G.) residenti nei quartieri a sud della città di Catanzaro e in condizioni di povertà educativa. Tra le attività culturali, formative, ludiche, sportive e di orientamento, l’equipe di progetto – in collaborazione con i giudici onorari del Tribunale dei minori – ha svolto attività culturali, formative, ludiche, sportive e di orientamento, ma anche incontri formavi sul bullismo e cyberbullismo, sulla gestione dei conflitti, sulla competenza emozionale, sull’hate speech all’interno di 18 classi (9 quinte elementari e 9 terze medie dell’IC Casalinuovo e dell’IC Mattia Preti). Gli incontri, nei quali si sono altresì veicolate informazioni circa i fenomeni del bullismo, dell’inclusione sociale, della competenza emotiva e dell’importanza delle relazioni e del clima di classe anche ai fini dell’apprendimento, hanno costituito anche uno spazio privilegiato di scambio tra il corpo docente e l’equipe multidisciplinare, da un lato sulle strategie pedagogiche funzionali alla crescita dei bambini e, dall’altro, per creare future collaborazioni. Le classi coinvolte hanno partecipato ad un concorso a premio in cui, con entusiasmo e interesse, hanno dato forma a quanto appreso sui temi attraverso la creatività espressa con video e disegni. Le classi vincitrici sono state premiate nei giorni scorsi nel corso di una manifestazione che si è tenuta all’Auditorium del Centro di Giustizia Minorile a Catanzaro alla presenza della presidente del Centro Calabrese di solidarietà, Isolina Mantelli, e della presidente del Tribunale dei minori, Teresa Chiodo. “L’apprendimento passa anche attraverso il divertimento – ha sottolineato la presidente Mantelli –. Le scuole primarie sono i luoghi dove si costruiscono le amicizie, quelle che ci portiamo anche fino alla fine della nostra vita. E in questo contesto è più facile apprendere il valore del rispetto e della solidarietà, dell’attenzione al prossimo, come hanno dimostrato le studentesse e gli studenti che hanno partecipato al progetto”. “Io sono sicura che tra di voi non ci sarà mai un bullo perché avete imparato quanto è importante il rispetto della persona umana, che è un valore assoluto – ha detto la presidente Chiodo rivolgendosi ai piccoli studenti -. Non facciamo differenze di genere né di razza: la persona racchiude un valore talmente grande che non possiamo che rivolgere i pensieri più amorevoli e le frasi più accoglienti. Sono, altresì, certa che avete preso coscienza di quanto il web, internet, i mezzi digitali, sebbene siano fondamentali, possono essere anche pericolosi se non utilizzati con attenzione e coscienza. Avete imparato quanto possono essere distruttivi e quando sia pericoloso l’uso non corretto di questo strumento. La vostra presenza consolida l’utilità sociale del nostro operato: per noi oggi è una giornata speciale, tocchiamo con mano il lavoro quotidiano fatto per trasmettere la cultura della legalità”.

I vincitori del concorso:

Sezione Plessi Primaria:

1.    Classe V C dell’Istituto Comprensivo “Casalinuovo”  Cz Sud – “Io e te insieme” punti 75;

2.    Classe V F dell’Istituto Comprensivo “Mattia Preti” – “Noi diversi ma uguali” punti 63;

3.    Classi V A dell’Istituto Comprensivo “Casalinuovo”  Cz Sud – “Parole che fanno male” punti 62 e V B dell’Istituto Comprensivo “Casalinuovo”  Cz Sud “Il grembiule del bullo” punti 62

Sezione Plesso Secondaria primo grado:

1.    Classe III B dell’Istituto Comprensivo “Mattia Preti” – “A te bullo” punti 67;

2.    Classi III (terze) dell’Istituto Comprensivo “Casalinuovo” Cz Sud – “Bulli” punti 60;

3.    Classe III B dell’Istituto Comprensivo “Mattia Preti” – “L’invisibile e l’insensibile” punti 56;

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x