Ultimo aggiornamento alle 20:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

i controlli

La stretta dei carabinieri sulla movida a Rende

Oltre 122 persone identificate, due denunce e due patenti ritirate. Cinque i giovani segnalati alla Prefettura per uso di droga

Pubblicato il: 12/06/2023 – 8:58
La stretta dei carabinieri sulla movida a Rende

COSENZA Oltre 122 persone identificate e 2 denunciati, 64 veicoli controllati e due patenti ritirate; 5 i giovani segnalati alla Prefettura di Cosenza per uso personale di sostanza stupefacente.
È il bilancio dei controlli effettuati dai Carabinieri del Comando Compagnia di Rende nelle principali piazze di aggregazione; un’attività che si è concentrata soprattutto sulle aree della movida ove insistono i locali pubblici con maggior afflusso di giovani: bar, pub e ristoranti. Diverse infatti le segnalazioni pervenute al 112 di disturbo alla quiete pubblica dovuti all’assembramento di adolescenti, talvolta intenti ad abusare di bevande alcoliche, causando, inevitabilmente, schiamazzi nonché difficoltà alla circolazione dei veicoli dei residenti. I Carabinieri sono intervenuti nelle zone di via Marconi, Arcavacata, via Rossini e Piazza Santo Sergio con il compito primario di arginare le manifestazioni di comportamenti illegali e ricondurre nell’alveo della legalità i luoghi di divertimento. L’attività è stata coadiuvata anche dai reparti specializzati del N.I.L (Nucleo Ispettorato del Lavoro) e del N.A.S. (Nucleo Antisofisticazione e Sanità) di Cosenza.

L’esito dei controlli

Nel corso dei controlli della circolazione stradale sono stati denunciati due soggetti per guida in stato d’ebbrezza alcolica. Questi, fermati durante i posti di controllo mentre erano alla guida delle rispettive autovetture, sono stati sottoposti ad accertamento etilometrico il quale ha dato esito positivo tanto che il tasso alcolemico riscontrato era superiore ai limiti previsti dalla legge. Per tale motivo sono state ritirate le patenti di guida mentre le autovetture sono state affidate a persone idonee alla guida. Un altro soggetto invece è stato deferito in stato di libertà per porto abusivo di armi, poiché trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di 19 cm e di un pugnale di 30 cm, sottoposti a sequestro.
Segnalati alla Prefettura di Cosenza altre 5 persone per uso personale di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma infatti, hanno sequestrato complessivamente circa 6 grammi di “hashish”; 8 grammi di “marijuana” e 1 grammo di “cocaina”.
Tra le verifiche effettuate rientrano anche alcuni esercizi di ristorazione, ispezionati dai militari del NIL i quali, all’esito del controllo, in un caso hanno sorpreso ben due lavoratori irregolari in nero, in violazione dell’art. 3 del D.L 12/2002 superando il 10% del personale occupato in nero rispetto alla forza lavoro presente, riscontrando la mancata redazione del “DVR” inerente l’attività espletata, e al quale esercizio è stata elevata una sanzione amministrativa e pecuniaria per un complessivo di euro 12.200. Mentre il personale del NAS ha sanzionato un altro locale di ristorazione per omessa predisposizione delle procedure di autocontrollo basate sui principi del sistema HACCP, adottando la sanzione amministrativa di euro 2.000.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x