Ultimo aggiornamento alle 23:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la richiesta

Sanità, Occhiuto al governo: «Ai medici che scelgono la Calabria vantaggi come per i magistrati»

Il presidente della Regione e commissario ribadisce: «Bisogna rendere il sistema sanitario calabrese più attrattivo»

Pubblicato il: 24/08/2023 – 15:39
Sanità, Occhiuto al governo: «Ai medici che scelgono la Calabria vantaggi come per i magistrati»

CATANZARO «Vantaggi per i medici che vengono a lavorare in Calabria, come per i magistrati». È la soluzione che il governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, propone al governo per sopperire alla grave carenza di medici negli ospedali calabresi. A un anno dall’arrivo della prima tranche dei 52 medici cubani, il presidente della regione torna sull’argomento in un’intervista a Radio24, specificando come il problema non riguardi l’assenza di risorse. «Il debito è inferiore rispetto a quello di altre regioni del centrosud, le risorse ci sono e un medico cubano costa quanto un collega italiano. Ma reclutare i medici in Italia è difficile, soprattutto in regioni come la Calabria in cui il sistema sanitario non è attrattivo». La questione, dunque, è come contrastare la “concorrenza” delle altre regioni. «Perché un giovane medico specializzato, con offerte in tutta Italia, dovrebbe venire in ospedali che, a causa del disastro del commissariamento, presentano problemi strutturali?». La soluzione, per Occhiuto, sarebbe quella di garantire vantaggi sia economici che di carriera per chi decide di lavorare in Calabria. «Viene già fatto con i magistrati ed è giusto premiare chi decide di lavorare in zone disagiate. Ho bisogno che il governo si impegni a mandarci i medici migliori. Molti sono calabresi e sono apprezzati ovunque, forse resterebbero in Calabria se venissero remunerati e considerati meglio». Sui medici cubani il governatore si esprime con soddisfazione. Ai 52 iniziali se ne sono aggiunti 121 le scorse settimane che «ci hanno consentito di lasciare aperti ospedali che altrimenti avremmo dovuto chiudere». Sulle polemiche Occhiuto controbatte: «Ho ricevuto tantissime critiche. I medici sono stati apprezzati sia dai colleghi italiani che dai pazienti, aiutandoci a smaltire le liste d’attesa e addirittura riparando in alcuni ospedali macchinari guasti». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x