Ultimo aggiornamento alle 23:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la rottura

Crotone, terminata la luna di miele tra il sindaco Voce e la pentastellata Barbuto

Dopo aver sostenuto la candidatura del primo cittadino, oggi l’ex parlamentare è passata all’attacco: «Ha tradito la città»

Pubblicato il: 04/09/2023 – 18:07
di Gaetano Megna
Crotone, terminata la luna di miele tra il sindaco Voce e la pentastellata Barbuto

CROTONE Finisce la luna di miele tra il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, e l’ex parlamentare pentastellata Elisabetta Barbuto. Tre anni fa l’ex parlamentare aveva sostenuto la candidatura a sindaco di Voce, rischiando di incorrere anche a provvedimento disciplinari del suo partito, che aveva ufficialmente candidato a sindaco Andrea Correggia (non eletto nemmeno in consiglio comunale). Questa notizia, tre anni fa, fu riportata da diverse testate giornalistiche. In verità Barbuto non fu la sola parlamentare di 5 stelle ad appoggiare Voce, perché con lei c’era anche l’ex senatrice Margherita Corrado, che non è stata poi nemmeno ricandidata, ma non per vicende legate a Crotone. Tra Voce e le parlamentari, per un lungo periodo di tempo, c’è stato un buon rapporto interpersonale e amicizia politica. Corrado, conclusa la sua attività di senatrice, non ha più svolto attività, mentre Barbuto è stata ricandidata, senza fortuna, e attualmente ricopre la carica di coordinatrice provinciale di 5 stelle. Da coordinatrice ha preso le distanze da Voce, attaccandolo sulle vicende della bonifica. Da qualche mese, infatti, sta diffondendo periodicamente note stampa contro Voce. L’ultimo comunicato risale a tre giorni fa. In questo comunicato la coordinatrice sostanzialmente accusa Voce di avere “tradito” la città accordandosi con l’Eni. L’accordo tra il Comune e l’Eni a cui fa riferimento Barbuto è quello che il colosso industriale ha riconosciuto alla città pitagorica 16,5 milioni di euro come contropartita per l’estrazione del metano dai pozzi antistante la spiaggia di Crotone. Le parole che usa nella nota l’ex parlamentare sono pungenti, perché dice che grazie ai soldi dell’Eni il popolo crotonese, nel corso della stagione estiva, ha cantato e ballato. Il sindaco è stato accusato di occuparsi di questioni frivole mentre in città si muore di cancro per l’inquinamento. Voce ha subito replicato ricordando alla parlamentare il ruolo nazionale ricoperto e gli scarsi risultati conseguiti sulla vicenda della bonifica. Voce accusa Barbuto anche di avere aperto la campagna elettorale. Il sindaco è convinto che la sua ex alleata stia preparando le truppe per sostituirlo alla guida di Crotone. Le elezioni per il rinnovo dell’amministrazione comunale sono previste tra due anni e, quindi, Barbuto si starebbe preparando a contrastare la riconferma di Voce. La campagna elettorale è partita e anche Voce si sta attrezzando per affrontarla, nella consapevolezza che questa volta la concorrenza sarà numerosa e tra gli avversari potrebbero esserci ex alleati.  

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x