Ultimo aggiornamento alle 9:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la denuncia

Ospedale di Cosenza, l’allarme della Cgil: «Senza assunzioni imploderà»

La denuncia di Ianni e Iuliano: «Dopo undici ore di lavoro consecutive a rischio la qualità dei servizi. Chiesto l’intervento degli ispettori del lavoro»

Pubblicato il: 23/09/2023 – 10:25
Ospedale di Cosenza, l’allarme della Cgil: «Senza assunzioni imploderà»

COSENZA «Il segretario generale Cgil Cosenza Massimiliano Ianni e il segretario Generale Fp Cgil Cosenza Alessandro Iuliano esprimono forte preoccupazione sulla sicurezza dei dipendenti dell’azienda Ospedaliera di Cosenza». È quanto si legge in una nota a firma dei due esponenti sindacali che prosegue: «Nonostante le continue segnalazioni della Fp CGIL di Cosenza che non hanno avuto nessun riscontro registriamo in diverse unità operative che il personale sanitario è sottoposto a turni di lavoro non più accettabili».
«L’ultima segnalazione, in ordine di tempo – è detto ancora – è del 13 settembre scorso, la grave situazione esistente presso l’Unità Operativa Complessa di Nefrologia Dialisi e Trapianto, dovuta all’endemica carenza di personale di operatori socio sanitari, piuttosto che migliorare va sempre peggiorando. La persistente carenza di personale determina una difficoltà oggettiva nello svolgimento dell’attività lavorativa, nonostante i continui sacrifici, la dedizione e la professionalità dei dipendenti».
«Gran parte degli operatori sanitari, infatti – sottolineano Ianni e Iuliano – hanno garantito, oltre al regolare orario di lavoro, l’espletamento di turni in straordinario e anche consecutivi. Il personale assente ai sensi delle normative vigenti (malattia, maternità) non viene sostituito. La situazione non è più sostenibile, infatti, oltre a mettere a repentaglio la sicurezza e la salute dei lavoratori, incide sulla qualità delle prestazioni erogate».
«Dopo undici ore di lavoro consecutive – evidenziano i due esponenti di Cgil Cosenza – la qualità dei servizi erogati dal personale oltre le ore previste dal contratto, non può essere la stessa, dovremmo invece garantire una serena vita lavorativa assicurando il bilanciamento tra i tempi di vita e di lavoro di ciascun dipendente, perché questo sia possibile servono assunzioni e risposte tempestive e di qualità nelle aziende sanitarie che devono erogare servizi pubblici di qualità ai cittadini».
«La Cgil e la Fp Cgil di Cosenza non potendo accettare che venga messa a rischio la salute dei lavoratori – conclude la nota – hanno chiesto urgente intervento all’ispettorato del lavoro a tutela di tutto il personale nell’espletamento delle proprie attività professionali e a tutela del diritto alla salute di tutti i cittadini».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x