Ultimo aggiornamento alle 19:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

Cosenza, i socialisti: «Grave la sospensione del servizio di elisoccorso»

Il gruppo consiliare del Psi: «La risposta, seppur vaga, del subcommissario alla sanità calabrese ci conferma che è stato sospeso»

Pubblicato il: 03/10/2023 – 18:56
Cosenza, i socialisti: «Grave la sospensione del servizio di elisoccorso»

COSENZA «La risposta del sub commissario alla sanità calabrese, Ernesto Esposito, seppur vaga e parziale, conferma che sulla base di Cannuzze di Zumpano è stato sospeso il servizio di elisoccorso, con grave rischio per gli abitanti di Cosenza e della sua vasta provincia, da dieci giorni, e tale sarà sino al prossimo 10 ottobre». Lo affermano i socialisti a Palazzo dei Bruzi a seguito della nota informativa trasmessa sulla sospensione del servizio di elisoccorso a Cosenza dal sub commissario alla sanità calabrese Ernesto Esposito, dopo le sollecitazioni del sindaco di Cosenza, Franz Caruso. «Per il resto – proseguono i consiglieri comunali Raffaele Fuorivia, Andrea Golluscio e Antonello Costanzo –  sappiamo benissimo che l’elisoccorso regionale dispone di 4 elicotteri e che non è stato sospeso il servizio regionale, rimanendo, per come detto, scoperta la base di Cannuzze di Zumpano per la provincia di Cosenza. Il problema, infatti, era e rimane che, per come ci informa il dott. Esposito a distanza di oltre dieci giorni e solo dopo opportuna e determinata sollecitazione del sindaco di Cosenza, Franz Caruso, il servizio regionale è monco di un elicottero. Ciò a seguito della necessità di sottoporre uno dei 4 velivoli a fermo tecnico, quello, cioè, che era in servizio a Lamezia Terme, che anziché sostituirlo entro 24 ore per come, ci dicono alcuni articoli di giornale, “è previsto nel capitolato stipulato tra la società Elitaliana e la Regione Calabria”, si è deciso di rimpiazzarlo con quello assegnato alla base di Zumpano per  la provincia di Cosenza. Insomma si è coperta la provincia di Catanzaro e la base di Lamezia Terme e si è lasciata scoperta la provincia di Cosenza (sic!). Per grazia di Dio, inoltre, il velivolo mancante e non prontamente sostituito non ha generato alcun disservizio, che significa non ha fatto registrare l’impossibilità di soccorso urgente e salvavita forse perché, sempre per grazia di Dio e per fortuna, non si sono verificate emergenze/urgenze nel territorio cosentino. Ed, infatti, se sono previsti 4 velivoli dislocati a Zumpano, Locri, Cirò e Lamezia un motivo certamente ci sarà e sarà legato a criteri di efficienza e adeguatezza del servizio di elisoccorso nell’intero territorio regionale. Detto ciò – concludono i tre consiglieri comunali del PSI –  è appena il caso di sottolineare il colpevole, perché voluto, silenzio sulla situazione di criticità sofferta dal servizio regionale di elisoccorso, con evidenti ricadute negative nel territorio provinciale di Cosenza rimasto scoperto dell’importante mezzo di soccorso di emergenza/urgenza. A questo punto come risposta si sarebbe semplicemente dovuto chiedere scusa ai cosentini».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x