Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il punto

Vibo verso le Comunali, la ricandidatura di Limardo ritorna prepotentemente in pista

Fi e big della Lega blindano l’attuale sindaco a dispetto di alcuni “no” interni. Pd su Romeo ma nel centrosinistra è impasse. Cresce il terzo polo

Pubblicato il: 25/10/2023 – 16:00
Vibo verso le Comunali, la ricandidatura di Limardo ritorna prepotentemente in pista

VIBO VALENTIA Chi ha iniziato a camminare e chi invece è ancora ai nastri di partenza. Il lungo approccio degli schieramenti alle elezioni comunali di Vibo Valentia è ancora un “work in progress”, pieno di tensioni e di fibrillazioni, ma un quadro di massimo già si è delineato. Segnali di accelerazione si percepiscono nel centrodestra, che comunque aspetta le determinazioni più generali del tavolo nazionale di coalizione, mentre il centrosinistra – comprensivo di Pd e M5S – al momento (e come al solito) è in una fase di stallo e prende sempre più corpo un terzo polo equidistante dai due blocchi.

Il centrodestra

Nel centrodestra l’attenzione generale è puntata su Forza Italia, non fosse altro perché ha il sindaco uscente, Maria Limardo. “E’ ancora tutto fermo, quello che trapela sono solo notizie di stampa”, si fa intendere da ambienti azzurri, ma in realtà nelle ultime ore si starebbe registrando un deciso rialzo delle quotazioni della stessa Limardo, sempre più lanciata per la ricandidatura bis grazie a una serie di endorsement di notevole peso specifico, da quello del responsabile nazionale degli enti locali di Forza Italia, Maurizio Gasparri ad alcuni plenipotenziari della Lega come il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso, e la senatrice Tilde Minasi, che hanno platealmente espresso plauso alla Limardo sconfessando alcuni esponenti del Carroccio vibonese che invece si erano detti contrari a una ricandidatura di Limardo, che invece starebbe ormai sgomberando il campo da potenziali “competitor”.

Limardo (a destra) con Minasi

Osservatori politici mettono in relazione questo “afflato” dei colonnelli della Lega alla Limardo con un input nazionale che sarebbe partito da un primo ufficioso tavolo romano, così come per la Limardo ci sarebbe il sostanziale avallo anche di Fratelli d’Italia. Anche perché la casella vibonese rientrerebbe in una distribuzione nazionale nella quale potrebbero trovare posto anche le caselle di Corigliano-Rossano (Fratelli d’Italia in pole), Lamezia Terme (Lega in pole) e magari anche Reggio Calabria, e poi in prospettiva anche le Province. Si vedrà.

Il centrosinistra

Fronte un po’ frastagliato invece nel centrosinistra. Il Pd ha avanzato la candidatura di Enzo Romeo, già presidente della Provincia di Vibo negli anni ’90-2000, e tiene il punto sul suo nome, ma c’è già la “contraerea” dei potenziali alleati, segnatamente del Movimento 5 Stelle. Il confronto si sarebbe di fatto arenato anche sul modo di procedere e di designare il candidato sindaco, con le primarie che il Pd si direbbe disponibile a praticare ma che non piacciono ai potenziali compagni di viaggio.

Enzo Romeo

Sullo sfondo i “bene informati” indicano come possibili nomi di superamento dell’impasse il giornalista Pietro Comito e il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo, già candidato sindaco in passato, anche se lo Schiavo ha escluso una sua candidatura. L’ultima indiscrezione che trapela dal fronte progressista è il possibile “spostamento” del dossier Vibo Valentia su un tavolo regionale che vedrebbe impegnati anzitutto il segretario regionale dem Nicola Irto e il segretario regionale del M5S Anna Laura Orrico, con l’obiettivo di trovare una quadra almeno di metodo.

Il terzo polo

Ma il mondo politico vibonese è complessivamente in grande movimento, anche al centro. In campo infatti c’è di fatto già una sorta di terzo polo, composto dai moderati del centrodestra che non vogliono nemmeno sentire parlare di una ricandidatura di Limardo ma anche da moderati del centrosinistra che sono stanchi delle camerille e delle lotte interne. Così si starebbe sempre più saldando un fronte che ingloberebbe Azione di Francesco De Nisi, Italia Viva, Udc, Noi Moderati e altre forze civiche. Un fronte che potrebbe essere decisivo nel determinare l’esito finale delle Comunali di Vibo Valentia. Ma le sorprese sono sempre dietro l’angolo, e non sono pochi gli osservatori politici che non escludono anche un quarto candidato sindaco.  (a. c.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x