Ultimo aggiornamento alle 23:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la formazione

Unical, l’annuncio del Rettore: «Presto l’attivazione di una scuola di specializzazione in oncoematologia»

Nicola Leone: «Dal prossimo ottobre avremo gli specializzandi che frequenteranno questo nuovo polo oncoematologico al Mariano Santo»

Pubblicato il: 18/11/2023 – 18:31
Unical, l’annuncio del Rettore: «Presto l’attivazione di una scuola di specializzazione in oncoematologia»

COSENZA Era il 27 marzo 2023 quando gli studenti del secondo anno del corso di laurea in Medicina e Chirurgia (Tecnologie digitali) dell’Università della Calabria, interateneo con la “Magna Graecia”, hanno iniziato le attività di esercitazione teorico-pratica previste all’interno del proprio percorso curriculare, presso le strutture dell’Azienda Ospedaliera “Annunziata” di Cosenza. Il primo passo della formazione dei futuri medici nei laboratori del nosocomio bruzio, frutto del protocollo d’intesa firmato, ad inizio anno, dal rettore dell’Università della Calabria, Nicola Leone, e dal commissario dell’Azienda Ospedaliera, Vitaliano De Salazar, con l’ambizioso obiettivo di contribuire al miglioramento dei servizi sanitari del territorio, attraverso una crescente sinergia tra Unical e Annunziata. E il percorso che porterà l’ospedale di Cosenza a diventare un polo universitario procede rapidamente. A sostenerlo è il Rettore dell’Unical, Nicola Leone che conferma quanto sostenuto anche dal commissario De Salazar. Entrambi presenti alla inaugurazione del polo oncoematologico al Mariano Santo. «Lavoriamo in grande sinergia con il commissario, oncologia ed ematologia sono due dei primi reparti che assumeranno la guida universitaria».

L’annuncio del Rettore

Il Rettore, poi annuncia: «Stiamo lavorando, proprio in questi giorni, per l’attivazione di una scuola di specializzazione in oncoematologia, quindi già dal prossimo ottobre avremo – se tutto procederà secondo i piani – gli specializzandi che frequenteranno questo bellissimo nuovo polo oncoematologico». Leone aggiunge: «Da un lato offriamo ai medici calabresi, che hanno conseguito la laurea – la possibilità di proseguire il loro percorso in Calabria specializzandosi presso le nostre strutture, dall’altro offriamo all’ospedale dei medici già laureati in medicina che potranno formarsi ma al tempo stesso anche dare un supporto rinforzando l’organico ospedaliero». (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x